some image

Swimming Channel

Campionati Assoluti Open: Pomeriggio di Record allo Stadio del Nuoto di Riccione

Tag:, News Italia No comments
featured image

Pomeriggio entusiasmante in quel di Riccione, teatro della prima giornata di gare dei Campionati Italiani Open di nuoto, con grandi protagonisti gli azzurri della Nazionale Italiana pronti per volare in Cina per i Campionati del mondo.

Un grande Federico Burdisso vince i 200 farfalla con il tempo di 1.54.33, regolando Giacomo Carini che chiude secondo in 1.54.55 mentre sul terzo gradino del podio sale Matteo Pellizzari ad un solo centesimo dall’argento.

Nei 200 dorso donne squillo di tromba di Margherita Panziera, la leonessa del nuoto italiano sbaraglia la concorrenza stabilendo il nuovo record italiano assoluto in 2.01.56, lasciando ad oltre quattro secondi Giulia D’Innocenzo in 2:06.08 e Martina Cenci in 2:06.95. Il record di Margherita migliora il proprio primato precedente che ottenne nel corso dei Campionati Europei a Copenhagen.

Torna al suo primo amore Nicolò Martinenghi che nei 200 rana vince il titolo italiano in 2.07.00, seguito da Alessandro Fusco in 2.07.42 ed il sempre eterno Edoardo Giorgetti in 2.07.71.

Un Erika Ferraioli delusa per la mancata convocazione ai Mondiali si impone nei 50 stile libero, dove “scatena” la sua cattiveria in acqua vincendo la gara in 24.28, mentre argento è Nicoletta Ruberti che termina la sua gara in 24.76; grande effetto rivedere a podio Silvia di Pietro, che dopo un annata trascorsa nel lento recupero dal suo infortunio, è terza in 24.80, superando Federica Pellegrini di sette centesimi che si deve accontentare di restare ai piedi del podio.

Grande gara e primo titolo italiano assoluto nei 100 dorso per Lorenzo Mora che chiude in 50″79, un centesimo avanti a Thomas Ceccon (50.80) e Matteo Milli (51.10).

Non ci sono avversari per Simona Quadrarella che negli 800 stile libero fa suo il titolo italiano ed ottiene la seconda prestazione di sempre all time in Italia con 8.13.41 mentre resta al momento una chimera il record di Alessia Filippi dell’era “gomma” datato 2008 8.04.53; dalle acque libere alla piscina il passo è breve per Giulia Gabrielleschi che è seconda in 8.23.43 che regola Martina Rita Caramignoli terza in 8.24.28.

Un “Bomber” sempre più Bomber Marco Orsi, che recupera sempre meglio la sua condizione fisica, festeggiando la convocazione ai mondiali cinesi vincendo i 100 misti e migliorando ulteriormente il record italiano che già gli apparteneva in 51.57 (precedente 51.76 Europei Copenhagen del dicembre 2017), e che ai microfoni della Rai dichiara: “Sono stato esagerato, sapevo di stare bene e questo risultato fa ben sperare per i mondiali. L’obiettivo è la finale contro gli alieni”. Si accontentato del podio il compagno di allenamenti di Marco, Simone Geni che è argento con il tempo di 52.60 mentre è bronzo Fabio Scozzoli in 52.86.

Nei 200 misti “orfani” di Ilaria Cusinato ne approfitta Anna Pirovano che ottiene il suo primo titolo italiano assoluto in carriera migliorando di 54″ il proprio personale chiudendola gara in 2.08.97 davanti a Sara Franceschi (2.09.19) e Luisa Trombetti (2.10.25).

Tutti aspettavano la gara regina, dove i “califfi” della velocità trovano il proprio habitat naturale, i 100 stile libero, grandi aspettative per il parterre che si presenta ai blocchi di partenza in cui manca Luca Dotto che ha deciso di saltare la competizione italiana per preservare lo stato di forma per i prossimi Mondiali; vince Lorenzo Zazzeri in 47.06 davanti al primatista italiano e campione europeo in lunga Alessandro Miressi che chiude 47.25 mentre sul terzo gradino del podio sale Ivano Vendrame in 47.61. Il toscano Zazzeri, la cui passione per il disegno e l’arte è diventata ben nota nell’ambiente natatorio, ha dichiarato alla Rai: “Sono partito subito forte, sentivo molto la gara, fino a mercoledì mi ero allenato a pieno regime ma ho voluto provare un passaggio veloce intorno ai 22 netti e verificare la tenuta della seconda parte di gara anche in vista dei mondiali. Il titolo è una grande soddisfazione, così come battere campioni come Miressi e Condorelli”, con il “neo italiano” quarto in 47.91.
Grande sorpresa nella staffetta femminile 4 x 50 mista, regno indiscusso del gruppi sportivi militari o del Circolo Canottieri Aniene, con la vittoria del team bolognese Nuoto Cl.Azzurra 91 che ottiene il nuovo record italiano sulla distanza in 1.47.83 con le splendide Costanza Cocconcelli, Martina Carraro, Ilaria Bianche e Nicoletta Ruberti. Salgono a podio anche i team Gruppo Sportivo Fiamme Oro ed il Centro Sportivo Carabinieri.

 

Appuntamento a domani mattina alle 09.30 con nuovi aggiornamenti da bordo vasca da parte del team di Swimmig Channel Daniele Belluzzo e Marco Razzetti!

 

amelia nel cuore Andrea Masini Riccione 30-11-2018

Non posso che chiudere con questa bellissima immagine di Andrea Masini del team DeepBlueMedia a cui non bisogna aggiungere altre parole…

“Che ti arrivi un fortissimo abbraccio da Riccione   Corrado Sorrentino Swimming Channel”

Stefano Palazzo

 

 

Add your comment