some image

Tag Paolo Falcini

Tutto pronto per l’Energy Standard: la parola a coach Bolognani.

Tag:, , , , , , International News

IMG_5646.PNGIl nuoto azzurro ritorna a Lignano, da cui mancava dagli Eyof 2005. L’appuntamento è per domani e domenica nella piscina Getur dove le nazionali giovanili di Italia, Germania, Gran Bretagna e l’Energy Standard Team (atleti russi e ucraini insieme) si contenderanno l’Energy Standard Cup, giunta alla sua terza edizione dopo le tappe in Ucraina (2013) e Russia (2014).

Per la nazionale italiana il week end costituirà una buona opportunità per testare la propria preparazione fin qui giunta, in funzione dei successivi e ben più importanti appuntamenti dell’anno: Coppa Comen, Eyof, Mondiali Giovanili, Giochi Europei.

Raggiunto telefonicamente, il direttore tecnico della nazionale giovanile Walter Bolognani ha presentato la manifestazione: «Per i nostri 40 atleti sarà un utile confronto e gli stimoli che ne deriveranno serviranno per crescere ulteriormente. Il regolamento dell’evento è un po’ particolare, con le categorie Ragazzi e Juniores insieme e 5 atleti per ogni anno di nascita». Più di qualcuno, insomma, dovrà fare gli straordinari e coprire diverse distanze, come nel caso del goriziano Lorenzo Glessi (200 e 400 misti, 50, 100 e 200 dorso). Continua a leggere

4° FINA WORLDS JUNIOR DUBAI 2013: -2 AL VIA!

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , International News, News Italia
4th FINA World Junior Swimming Championships 2013 Dubai (UAE) 26/31 Aug. 2013

4th FINA World Junior
Swimming Championships 2013
Dubai (UAE) 26/31 Aug. 2013

Ormai i giochi sono fatti, mancano meno di 2 giorni al via e non vogliamo mancare!

Hamdan Sports Complex - Dubai "L'oasi nel deserto"

Hamdan Sports Complex – Dubai
“L’oasi nel deserto”

La quarta edizione dei campionati mondiali juniores inizierà il 26 agosto nella stupenda struttura nel deserto extra city di Dubai, L’HAMDAN SPORTS COMPLEX, avete presente quando si dice: “L’Oasi nel deserto” ? Ecco, la frase spiega benissimo il concetto!

E’ anche vero però che una volta arrivati dentro si resta come ha descritto la nostra punta di diamante Ambra Esposito, SENZA FIATO!

Bellissima e super accessoriata, come tutte le cose fatte in grande negli Emirati Arabi, bellissima!

Hamdan Sports Complex Dubai

Hamdan Sports Complex Dubai

La nazionale italiana guidata da coach W.Bolognani ha raggiunto Dubai ormai 3 giorni fà, il piccolo fuso orario di 2 ore dovrebbe essere già recuperato e per capire meglio quale sia stato fin’ora l’andamento del gruppo abbiamo raggiunto la mitica Ambra Esposito e ci siamo fatti dire quali sono le sensazioni.

Ambra Esposito

Ambra Esposito

Swich:

Ciao Ambra!

Facciamo un back in time di qualche giorno ritornando a Ostia dove è stato svolto il raduno pre mondiale, com’è stato il raduno?

Ambra:

Il ritiro ad Ostia è iniziato bene, inizialmente paradossalmente tristi, tutti in vacanza tranne noi, ma ben presto abbiamo razionalizzato che stavamo preparando un campionato mondiale e che altri avrebbero rinunciato molto volentieri alle vacanze per essere al posto nostro.

Durante il raduno si è creato un bel gruppo, in breve tempo ci siamo uniti molto e secondo me siamo ormai pronti per affrontare quest’avventura mondiale.

Swich:

Un viaggio un pò lungo, con scalo da Roma a Francoforte e poi via giu verso gli emirati, com’è stato il primo impatto don Dubai?

HAMDAN SPORTS COMPLEX

HAMDAN SPORTS COMPLEX

Ambra:

Dubai è una città fantastica, e siamo nel vero senso della parola, in mezzo al deserto! Gli edifici sono enormi e altissimi!

Swich:

Gia in apertura nell’articolo abbiamo descritto la location che ospiterà i campionati, com’è l’ Hamdan Sports Complex?

Ambra:

Grandiosa!

Appena siamo entrati mi è mancata per un attimo l’aria! così subito ho sentito salire l’adrenalina!

E’ difficile da spiegare, bisogna essere qui per capire l’atmosfera che c’è!

Grazie alle immagini possiamo un pò immaginare la situazione, di certo in molti vorrebbero essere lì per vivere in prima persona l’evento che si annuncia come il più numeroso delle 4 edizioni, mentre nel precedente campionato di Lima hanno partecipato 58 nazioni per un totale di 528 nuotatori quest’anno non c’è confronto, sarà pure dovuto alla popolarità della città araba più famosa al mondo ma come si può notare nella bella clip pubblicata su youtube dalla federazione araba (http://youtu.be/W9jQ1t8aczg) , le nazioni sono oltre 90 e i nuotatori oltre 900, a noi risulta qualcosina in meno ma sono comunque numeri nettamente superiori!

Per chi si fosse perso qualche passaggio, qui i requisiti predisposti dalla federazione italiana nuoto per la partecipazione a questi campionati che hanno dato luogo alla lista dei convocati formata da:

Andrea Mitchell D’ARRIGO – 100/200/400 sl – Simone SABBIONI – 50/100/200 do

Luca MENCARINI – 100/200 do – Francesco GIORDANO – 50/100 fa

Mattia MUGNAINI – 100/200 fa – Nicolangelo DI FABIO – 100/200/400 sl

Diletta CARLI – 200/400 sl – Ambra ESPOSITO – 50/100/200 do

Giorgia BIONDANI – 50/100 sl e 50 fa – Arianna CASTIGLIONI – 50/100 ra

Silvia GUERRA – 50/100/200 ra – Claudia TARZIA – 50/100/200 fa

Alisia TETTAMANZI – 800/1500 sl – Linda CAPONI – 200/400/800/1500 sl

Con il capo Walter Bolognani seguono la squadra i tecnici Adolfo Buonaccorsi e Riccardo Pontani accompagnati dalla capo delegazione Manuela Dalla Valle con il medico Andrea Felici , il fisioterapista Stefano Amirante e i giudici Paolo Falcini e Giovanni Ladisa.

Una squadra di 14 nuotatori che grazie alle valutazioni del caso è stata giustamente allargata anche a chi non aveva i tempi limite ma riconosciuto di indubbio valore tecnico.

Tra questi i medagliati degli eurojunior di Poznan e gli appartenenti al Progetto Rio anche se non a podio in Polonia.

CAMPIONATI MONDIALI JUNIORES DUBAI 2013 Raduno ITALIA - Centro Federale Ostia Claudia Tarzia e Linda Caponi

CAMPIONATI MONDIALI JUNIORES
DUBAI 2013
Raduno ITALIA – Centro Federale Ostia
Claudia Tarzia e Linda Caponi

Per avere qualche metro di misura e iniziare a pensare quali risultati possiamo raggiungere facciamo un mini confronto con altre realtà più o meno grandi, senza dubbio fuori portata i 36 nuotatori statunitensi selezionati attraverso 3 prove trials senza tempi limite, i primi due in base alle 3 prove si qualificavano, a guidarli l’ head coach per il settore maschile Paul Yetter e per quello femminile Jason Turcotte, senza dubbio un grande lavoro di massa sui settori giovanili ai quali vengono dedicate anche 2 tappe di coppa del mondo nelle quali (voci da oltreoceano ci dicono…) schiereranno un team tutto giovane senza fuoriclasse assoluti, qui la lista dei convocati per Dubai.

Non da meno l’Australia, 13 maschi e 15 femmine, hanno fatto tappa a Dhoa per il collegiale di arrivo, guidati da Glen Berringer hanno intenzioni bellicose, qui la lista con i nomi direttamente dal sito australiano!

Inutile anche proporre la corazzata russa che agli eurojunior di Poznan ha stravinto, se la memoria non tradisce, 18 ori e 6 argenti!

15 atleti per la Germania, tolti Laura Riedemann nel dorso e Jonas Bergmann nei 50 delfino tutti gli altri sono nella start list in posizioni di medio livello, da swimmingworldmagazine la lista tedesca http://www.swimmingworldmagazine.com/lane9/news/World/35645.asp?q=Germany-To-Send-15-to-Dubai-For-Junior-World-Championships

La Gran Bretagna, che nella start list appare ben messa, come l’Italia schiera 14 atleti tra maschi e femmine, è capitanata dalla rivelazione inglese James Guy doppio oro a Poznan ma sopratutto quinto a Barcellona nei 400 stile libero, sarà un osso molto duro per il nostro Mitch D’Arrigo, a dargli manforte il compagno che a Poznan ha fatto la tripla d’oro, Matthew Johnson. Anche nel settore femminile gli inglesi attaccano piu’ di un podio, qui la lista inglese a Dubai.

Molti meno dei nostri sono i francesi, una super nazione a livello assoluto come la loro che schiera solo 6 atleti (4 femmine e 2 maschi), ci lascia un pò perplessi.

Occhio ai Giapponesi!

Un solo nuotatore per la Georgia, iscritto nelle gare a delfino: 50: 25.1 – 100-56.6 – 200-2.05.00, proprio perchè solo noi facciamo il tifo per lui! 🙂

Da seguire sicuramente L’ungherese Liliana Szilagy, prima nei 200 delfino con un grande tempo, 2:08.48 nuotato nella finale di quest’anno al 7 colli, non ha fatto i mondiali a Barcellona per due dettagli non da poco che si chiamano Hosszu e Jakabos!

Insomma, ce n’è per tutti i gusti, per questo vi proponiamo la start list completa, o meglio, l’elenco degli iscritti, tra questi in ultimo vi segnalo l’ennesima presenza di Ruta Meilutyte, chissà cosa combinerà questa volta!

http://www.fina-dubai2013.com/Downloads/Entry%20list%20by%20events.pdf

Per vedere le posizioni dei nostri ragazzi, apri il file, digita CTRL+F e nella schermata in alto scrivi il nome che ti interessa, occhio a D’Arrigo, Biondani, Carli, Caponi, ma non solo, potrebbero esserci delle piacevoli sorprese!

Presto tutte le info per seguire il meglio possibile questi campionati!

KITOSC!

KeepInTouchOnSwimmingChannel!

Corrado Sorrentino per Swich.

Corrado Sorrentino

Corrado Sorrentino

 

Se vuoi sostenere Swimming Channel non esitare e compra 30 magliette!

🙂 http://www.swimmingchannel.it/merchandising/

Ma anche una cuffia o un cappellino vanno bene! :-))

Sostieni Swimming Channel! http://www.swimmingchannel.it/merchandising/

Sostieni Swimming Channel!
http://www.swimmingchannel.it/merchandising/