some image

Tag Giulia De Ascentis

#BLN2014 Day 2: Di Pietro, Castiglioni e Re Pippo le sorprese di oggi.

Tag:, , , , , , , , , , , , , All News Atleti, International News

imageDi sicuro chi ha presenziato al velodromo di Berlino oggi si è divertito!

Non sono mancate le sorprese, a cominciare dalla finale dei 50 delfino uomini che vedevano la sfida tra Manadou e il favorito Govorov che però un po tradisce le aspettative nuotando ben oltre le sue possibilità, in negativo però.
Doppio pari merito, Manadou-Tsurkin al primo posto in 23.00 e Govorov-Proud al terzo posto, o al secondo?
Mah, 23.21 insomma per il secondo pari merito!
Piero Codia va forte ma non basta per il podio affollato, 23.37, bravo, ci piace molto!

Ci piacciono molto anche Erika Ferraioli e Giada Galizi, entrambe nella semifinale dei 100 stile, entrambe al di sopra delle proprie possibilità ma ci sta anche questo, l’emozione di ieri dev’essere stata grande e oggi forse dopo i preliminari sono arrivate stanche, 55.29 per Erika e 55.60 per Giada, non saranno nella finale comandata dalla Heemsherk in 53.66.
Finale 100 dorso uomini, tra loro un ragazzo giovanissimo, Luca Mencarini, classe 96, ancora in miglioramento questa sera nella finale dei mostri!
Sesto in 54.57 bravo!
imageVince Walker ma forse lo sapevamo già, 53.32 per l’inglese con il grande finale, 53.64 per Stravius e 54.15 per Glania.
Tra i mostri della farfalla al femminile c’era anche Silvia di Pietro che ha siglato un record italiano da paura abbassando il suo precedente gommato, anzi, polverizzandolo, nuotando 25.68 che è veramente un gran tempo! Brava! Da applausi prolungati!
Naturalmente ha vinto la Sjostrom, con un tempo non troppo eccezionale visto il suo record mondiale (24.42), oggi ha vinto in 24.98 subito dopo la semifinale dei 100 stile.
Doppietta inglese nei 100 rana!
Adam Peaty come Walker chiude gli ultimi 15 metri con una progressione irresistibile, così ha vinto i 100 rana in 58.96, pensavo un po meglio però!
Secondo il connazionale Murdoch in 59.43 e terzo il lituano Titenis in 59.61.
Da una rana all’altra, quella delle semi donne sempre dei 100, con Giulia De Ascentis nella prima semi vinta dalla Pedersen in 1.06.34, Giulia si è migliorata ma non è bastato per la finale, 13º in 1.08.20, brava!
A quel punto eccola, in acqua, giovane ma potente e determinata, timida al punto tale che pur essendo una Swich Girl non mi regala nemmeno un selfie! Scherzo naturalmente! Arianna Castiglioni si migliora ancora è abbassa il suo personale portandolo a 1.07.31, secondo posto in finale, adesso si tratta di mantenere i nervi ben saldi!
Federico Turrini sembrava perso nei 200 misti nella prima semifinale, ma con una rimonta eccezionale è andato sotto i 2 minuto assicurandosi un posto tra i migliori 8 di domani, 1.59.80, sesto.
La pole è di Lazslo Cseh in 1.58.00
imageClamoroso passaggio televisivo della Baurmtova nei 200 dorso, crollo altrettanto clamoroso nel secondo 100 che la sposta dal primo al quinto posto finale, vittoria quindi nei 200 dorso per la simpatica spagnola Da Rocha Marce che ha chiuso in 2.09.37 davanti alla Simmons in 2.09.66 e alla Ustinova in 2.09.79, Carlotta Zofkova ottava in 2.13.49, brava ma ora aspettiamo i 100!
Domanda: quanto ci sarebbe stata bene la campionessa olimpica giovanile Ambra Esposito?
L’esperienza fa degli uomini grandi degli uomini straordinari, come Filippo Magnini, esperto al punto tale da riuscire nell’impresa di centrare la finale nei 200 stile libero nuotando 1.47.93 e soffiando il posto ad Andrea Mitchell D’Arrigo di solo 1 centesimo! Re Pippo!
Curioso identico tempo tra Kozma e Biedermann vincitori delle due semifinali, 1.46.69, chi andrà in corsia centrale?
Stamattina abbiamo siglato il record europeo nella staffetta 4×100 mista mista, Ciccarese, Toniato, Bianchi, Masini Luccetti, e speravamo in una medaglia nel pomeriggio ma troppo forti gli inglesi che siglano il record mondiale (tabella standard come quello nostro europeo di stamattina), c’era poi l’Olanda con la chiusura veloce della Heemsherk in 52.2!
E la Russia terza, noi quinto con Mencarini, Pesce, Di Liddo e Pellegrini, va bene così!
In attesa delle dichiarazioni del dopo cena degli swich Boys e degli addetti ai lavori ma anche in attesa dei risultati completi non ancora disponibili sul sito ufficiale, vi propongo la start list di domani!
Ayò!
START LIST DAY 3 AM PRELIMINARY

image

ASSOLUTI ESTIVI DAY 1 AM: BENTORNATO SCIENZY!

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , News Italia

image
ASSOLUTI ESTIVI 2014
Prima parte di gara, senza dubbio, almeno per me, la nota più positiva della prima mattina di gare è il ritorno al podio di Federico Colbertaldo, per gli amici Scienzy!
Quel Federico allenato dal maestro Bane Dinic a Montebelluna che ci ha regalato emozioni a go go negli anni d’oro in cui stravinceva nelle distanze lunghe in Italia e non solo, lui primatista europeo degli 800 che ha ceduto tale record solo ad aprile sotto le bracciate di Gabriele Detti e Gregorio Paltrinieri, lui, il mitico Federico Colbertaldo!
Bravo mille volte, un esempio per giovani e meno giovani, ha fatto della perseveranza e della pazienza la sua arma migliore, perché il periodo “fuori dai giochi” è stato lungo, il rientro faticoso, ma il risultato ora lo premia, finalmente per l’ennesima volta sul podio di un italiano assoluto nei 400 stile libero, secondo in 3.56.18con una distribuzione di gara quasi perfetta, bravo!
A vedere il suo tweet anche lui sembra molto contento! 🙂 e anche noi lo siamo!
La cronaca:
Non è sembrata una prima parte irresistibile, moltissimi assenti ma c’era da aspettarselo, quindi anche il livello tecnico non è sembrato particolarmente alto, tuttavia qualche altra nota buona oltre quella di Scienzy si è vista.
Gabriele Detti ha vinto i 400 stile in 3.52.33, in solitudine direi, complice anche l’assenza di Paltrinieri e D’Arrigo che sicuramente erano gli avversari da battere, Colbertaldo secondo e Cesare Sciocchetti terzo in 3.56.96, voglio dare una nota di merito a Michele Santaniello, il sardo allenato da Antonio Satta al Centro Nuoto Torino è arrivato quarto in 3.57.07, orgoglio sardo!
L’unica sotto i 29 secondi nei 50 dorso donne è Elena Gemo, 28.69 per lei e poco oltre Arianna Barbieri in 29.01 e terza Stefania Cartapani in 29.13
Buono il 23.86 di Piero Codia nei 50 delfino in cui un po’ ha dovuto sudare per battere Paolo Facchinelli secondo in 24.11, sul terzo gradino Lorenzo Benatti in 24.23 e 4 centesimi dietro il sempre più bravo Francesco Giordano a 24.27
Alice Mizzau si impone nei 200 stile libero in 1.59.40 davanti a Chiara Masini Lucetti che ha chiuso in 2.00.15 ed Erica Musso in 2.00.56
Bello anche il 50 rana uomini, bella la sfida tra Andrea Toniato e Francesco Di Lecce, 27.45 per il primo e 27.49 per il secondo mentre al bronzo è arrivato Mattia Pesce in 27.74 soffiando il podio di un centesimo a Nicolò Ossola e di 4 centesimi al piano piano ritrovato Fabio Scozzoli.
Arianna Castiglioni pur giovane attualmente conferma di avere una marcia in più rispetto alle avversarie, il suo 1.08.93 non è per nulla straordinario ma basta e avanza per vincere il titolo in attesa di Berlino, seconda Michela Guzzetti in 1.09.47 e terza Giulia de Ascentis in 1.09.95, molto lontana Lisa Fissneider in 1.12.00

Lorenzo Tarocchi (sx) e Riccardo Maestri (dx)- Ph. Swimming Channel

Lorenzo Tarocchi (sx) e Riccardo Maestri (dx)- Ph. Swimming Channel

Senza problemi Federico Turrini si aggiudica i 400 misti in 4.19.29 lasciando l’argento a Matteo Pelizzari in 4.22.52 e il bronzo ad un giovane al suo primo podio assoluto, Lorenzo Tarocchi! bravo, terzo in 4.23.83, finalmente! 🙂
Anche Elena di Liddo conferma la sua crescita nuotando un ottimo 58.11 nei 100 delfino in un momento in cui come anche la mastra Cristina Chiuso ci suggerisce, le sensazioni sono le peggiori, a due settimane dal traguardo per intenderci.
Seconda Silvia di Pietro in 59.18 e terza Elena Gemo in 59.71
Questo pomeriggio la seconda parte di gara, ore 17.00 l’inizio, vediamo come va!
Nel frattempo ecco il file con i risultati di stamattina: ASSOLUTI ESTIVI 2014 – RISULTATI PRIMA PARTE
E la strat list di questo pomeriggio: Assoluti Estivi 2014 – Lista di partenza Day 1 PM – 2a PARTE
Come forse già sapete nella Home Page di www.swimmingchannel.it è operativa la diretta timing cosi come la diretta via Twitter della maestra Cristina Chiuso, serve altro? 🙂

KAZAN 2013 – LAST REPORT BY THE QUEEN TEACHER CRISTINA CHIUSO

Tag:, , , , , , , , , , , News Italia
Cristina Chiuso 4 OLIMPIADI LA NUOTATRICE ITALIANA PIU' LONGEVA ANCORA OGGI PRIMATISTA ITALIANA DEI 50 STILE LIBERO

Cristina Chiuso
4 OLIMPIADI
LA NUOTATRICE ITALIANA PIU’ LONGEVA ANCORA OGGI PRIMATISTA ITALIANA DEI 50 STILE LIBERO

UNIVERSIADI KAZAN 2013

kazan 2013

LAST REPORT BY THE QUEEN TEACHER CRISTINA CHIUSO

In ritardo, ecco un piccolo commento sull’ultima giornata in vasca a Kazan.

Le gare tra le corsie sono terminate e una volta disdetto l’abbonamento con il bronzo, non poteva che esserci chiusura migliore che vincere un argento con una gara di squadra, battendo gli Stati Uniti d’America.

E’ questa forse la giusta immagine conclusiva di questa spedizione italiana in Russia. Una squadra che ha dimostrato di essere compatta con atleti di punta e nuove matricole, quasi tutti migliorati rispetto ai limiti stagionali, se non a quelli personali.

Una squadra in rosa, dove e’ una donna a conquistare le due medaglie del metallo piu’ prezioso, una squadra che spazia praticamente in tutti gli stili e in tutte le distanze. Ecco perche’ ho scelto l’argento di una staffetta mista femminile come foto riassuntiva di tutto il campionato.

Martina De Memme Kazan 2013 ORO 400/800 Stile Libero

Martina De Memme
Kazan 2013
ORO
400/800 Stile Libero

La protagonista e’ stata anche ieri Martina De Memme, oro nei 400 stile libero che conquista con la sicurezza di chi ormai non ha piu’ alcun dubbio sul proprio valore. Martina e’ l’espressione di un’atleta che ha continuato a lavorare duramente in silenzio inseguendo un sogno, mettendoci sempre anima e cuore, il cuore, il suo talento piu’ grande.

Ieri di nuovo in progressione dopo i primi duecento metri, non una chiusura a 2.02. come negli 800, il parziale e un po’ piu’ alto, ma poco importa, comunque un miglioramento netto fino a 4.07.69. Un crono con cui non vincera’ i mondiali, un crono che probabilmente non sara’ neppure sufficiente per l’ingresso in finale, di certo pero’ quel crono ora vale oro, e ripaga Martina di tutto il lavoro fatto in questi anni.

E’ solo l’inizio, da qui deve imparare a sognare ancora piu’ in alto, ma sulla sua forza di volonta’ non ho alcun dubbio.

Dell’argento delle ragazze abbiamo gia’ parlato, i loro parziali Elena Gemo 1.01.86, Giulia De Ascentis 1.08.01, Elena Di Liddo 58.26, Erika Ferraioli 54.48. La Russia ha dominato in 3.58.04 . Ma gli USA sono dietro. Soddisfazioni!

KAZAN 2013 PODIO 4X100 MX RUSSIA-ITALIA-USA

KAZAN 2013
PODIO
4X100 MX
RUSSIA-ITALIA-USA

Ma ricominciamo da capo, dalla prima gara della serata.

La Herasimenia non ha alcun problema a portarsi a casa il terzo oro individuale nuotando in 24.48, Silvia Di Pietro ed Erika Ferraioli finiscono quinta e sesta rispettivamente in 25.23 e 25.31, neppure il record italiano sarebbe bastato per salire sul podio.

Io tiro un sospiro di sollievo e ancora per qualche giorno leggero’ il mio nome tra i primatisti, ma e’ solo questione di tempo!

Morozov vince la gara maschile ma rimane deluso dal suo 21.67, Federico Bocchia finisce sesto in 22.38. L’unico vantaggio della partenza “vintage” a piedi pari e’ riuscire a sbilanciarsi di piu’ per muoversi piu’ velocemente dai blocchi. Federico e’ l’eccezione che conferma la regola. Si muove per ultimo e regala almeno due decimi agli avversari.

Nessuno puo’ fermare l’azione della Efimova nei 50 rana, per lei 30.12 e la conquista di tutte le distanze della rana. L’ultima anche senza bisogno di schierare la scaramantica cuffia rosa.

Nei 400 misti maschi l’americano Weiss sorprende con un 4.12.00. Sorprende tutti, anche se stesso, dato che quel crono nuotato ai trials 15 giorni fa gli sarebbe valso il biglietto per Barcellona. Anche gli americani sbagliano!
E quando sbagliano a volte perdono, dalle nostre ragazze ma anche dai japponesi come nella 4×100 mista uomini. Se perdere dalla Russia poteva essere prevedibile, 3.34.27 con Morozov a dorso in 53.99, toccare anche dietro al paese del sol levante non deve essere stata cosa gradita per la squadra a stelle e strisce. L’Italia e’ quarta con Matteo Milli 55.11 Edoardo Giorgetti 60.41, Piero Codia 51.92, Michele Santucci 49.20 per un totale di 3.36.64

Rispetto alle gare individuali si sarebbe potuto limare qualcosa, questa volta le ragazze ci hanno messo qualcosa in piu’!

Cristina Chiuso per Swimming Channel

Cristina Chiuso 4 OLIMPIADI LA NUOTATRICE ITALIANA PIU' LONGEVA ANCORA OGGI PRIMATISTA ITALIANA DEI 50 STILE LIBERO

Cristina Chiuso
4 OLIMPIADI
LA NUOTATRICE ITALIANA PIU’ LONGEVA ANCORA OGGI PRIMATISTA ITALIANA DEI 50 STILE LIBERO