some image

Tag Alice Mizzau

17th Luxembourg Euro-Meet 2015 Luxembourg (LUX)

Tag:, , , , , , , , International News No comments

Lussemburgo, 29/31 gennaio.

Tra 9 giorni ci sarà l’Euro-Meet al Centre Aquatique de la Coque, un meeting di grande livello che vedrà in acqua non pochi campioni tra i quali anche Ruta Meilutyte alla sua prima uscita dopo l’infortunio di settembre, sono annunciati anche Katinka Hosszu ma anche Marco Koch ma non solo, ci sarà anche una selezione di atleti azzurri accompagnati dal tecnico federale Tamas Gyertyanffy e sono: Continua a leggere

Assoluti Primaverili 2015: Nel segno di Gregorio e Arianna!

Tag:, , , , , , , , , , , , , , News Italia

Gregorio PaltrinieriNella quarta giornata di gare Gregorio Paltrinieri illumina lo stadio del nuoto di Riccione con una prestazione che vale il primo posto nel ranking mondiale stagionale dei 1500 e lancia un chiaro segnale al giovane Australiano Mack Horton su quale siano le sue intenzioni in vista di Kazan.

Chiude il cronomentro in 14.43-87 ma andiamo con ordine.

Pomeriggio aperto da una prova maiuscola delle ragazze dei 200 stile libero che, seppur orfane di Federica Pellegrini, danno vita a una gara di altissimo livello vinta da Alice Mizzau con due atlete sotto 1.58, Mizzau 1.57.37 e Chiara Masini Luccetti 1.57.86, e altre due sotto il muro del 1.59, Erica Musso 1.58.65 e Diletta Carli 1.58.76. Ottime le prospettive in previsione della 4×200 stile.

Federico Turrini vince i 200 misti in 1.59.90 davanti a Davide Cova in 2.01.58 e Giorgio Gaetani che conferma l’ottima prova d’argento dei 400 misti, in 2.01.98 oggi.

Da segnalare il giovane junior primo anno Lorenzo Glessi che in mattinata aveva siglato il primo crono per la finale A conseguendo il tempo limite per gli Eurojunior, stasera 7° 2.02.98 ma le prospettive sono davvero interessanti…

Arianna Barbieri i 50 dorso in 28.44 senza tempi di rilievo in riferimento a Kazan.

Arianna CastiglioniUn arrabbiatissimo Marco Orsi si conferma campione italiano dei 50 stile davanti a Luca Dotto ma il risultato cronometrico sopra i 22 secondi non soddisfa in primis il bomber bolognese.

Bella la sfida nei 50 rana tra Arianna Castiglioni e Martina Carraro vinta da Arianna con il record italiano cadette 31.15, e il pass per i mondiali. Martina si ferma a pochi centesimi ma la qualifica per Kazan è rimandata.

Nelle staffette miste vittoria in campo femminile dell’Aniene e in campo maschile delle Fiamme Oro entrambe con record italiano.

Qui i risultati completi!

Domani ultima giornata di gare con questo programma:

Ore 09.50 – Batterie 100m rana donne

Ore 10.03 – Batterie 200m farfalla uomini

Ore 10.20 – Batterie 50m stile libero donne

Ore 10.30 – Batterie 50m dorso uomini

Ore 10.41 – Serie minori 800m stile libero donne

Ore 11.00 – Batterie 200m rana uomini

Ore 11.16 – Batterie 200m misti donne

Ore 11.39 – Batterie 200m stile libero uomini

Assoluti Primaverili: Finali Day 1, ecco i primi pass per questa estate!

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , News Italia

copertina assoluti 2015Ed è arrivata anche la prima giornata di finali.

Ad inaugurarla ai microfoni di RAI sport è Stefano Morini che rassicura subito sulla condizione di Gregorio Paltrinieri. “Non deve pensare a confrontarsi con nessuno, deve gareggiare contro se stesso. Non deve guardare ciò che fanno i suoi avversari nel mondo, perché lui è in grado di tenergli testa ed è sempre pronto a migliorare. Questa mattina ho visto batterie convincenti in tutte le discipline e riguardo a Gabriele Detti era necessario farlo riposare con un periodo di stop”.

Queste le parole del tecnico livornese poco prima dell’inizio gare.

DSC_0046FINALE 100 DORSO UOMINI

Sulla bocca di molti (soprattutto dei dorsisti) è il nuovo “spoiler” per la partenza, introdotto per la prima volta a questi Campionati.

Partenza e gara aggressiva di Simone Sabbioni supportato dal suo pubblico. Mantiene per tutta la distanza un distacco sensibile dal resto del gruppo e chiude con un tempo strepitoso 53.49 che gli permette di aggiudicarsi il pass per Kazan e di demolire il record “di gomma” detenuto fino a qualche ora fa da Mirko Di Tora. Crono interessante anche a livello internazionale, è infatti il settimo tempo mondiale stagionale! Lascia la zona di gara mandando baci e saluti ai genitori “Era un sogno fino a 5 minuti fa” commenta da Elisabetta Caporale ai microfoni della Rai. Al secondo posto si piazza Christopher Ciccarese con il crono di Continua a leggere

Assoluti Primaverili 2015: Prima parte!

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , News Italia

copertina assoluti 2015Partiti, allo Stadio del nuoto di Riccione, i Campionati italiani assoluti primaverili.

L’appuntamento nazionale per eccellenza, dove 7 mesi di preparazione dovranno dare i loro frutti e far crescere esperienza e consapevolezza a nuotatori e tecnici. Palcoscenico per i giovanissimi che si affacciano al vero mondo del nuoto agonistico, ma anche tappa dell’iter che permetterà di comporre la squadra azzurra per i mondiali di Kazan in Russia, ma anche per le Universiadi e gli appuntamenti estivi degli azzurrini.

È Cesare Butini a dare il benvenuto, sottolineando l’importanza di questa 5 giornate di gare che servirà agli atleti per qualificarsi ai mondiali. Buon augurio a tutti i nuotatori e le nuotatrici e un grandissimo saluto a Gabriele Detti costretto allo stop forzato a causa di un’infiammazione Continua a leggere

16+1 Nuotatori nel Club Olimpico!

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , News Italia

imageLa Giunta Nazionale del 16 settembre 2014 ha varato la composizione del “Club Olimpico Rio 2016” relativamente ai risultati conseguiti dagli atleti nei primi mesi del 2014 riservandosi di completarlo entro fine anno all’esito dello svolgimento di tutti i Campionati Mondiali ed Europei, sulla base dei criteri stabiliti dalla Giunta Nazionale del CONI nel 2011 che distinguono 3 diverse fasce indicate come GOLD, MEDAGLIATI ed ELITE

Sono confermati nella “CATEGORIA ORO” gli atleti vincitori di Medaglie d’Oro ai Giochi Olimpici di Londra 2012 ancora in attività mentre entrano e/o si confermano nella “CATEGORIA ELITE” gli atleti che hanno ottenuto la performance sportiva richiesta dai criteri del CONI.

Nella lista che prevede il sostentamento economico degli atleti al fine di agevolarli ulteriormente nella loro preparazione verso Rio ci sono anche 16+1 nuotatori, in pratica tutti di vasca con una eccezione, Aurora Ponselè inquadrata nel nuoto di fondo per la medaglia di Berlino, ecco la lista!
Gregorio PALTRINIERI, Alice MIZZAU, Stefania PIROZZI, Chiara MASINI LUCCETTI, Federica PELLEGRINI, Andrea Mitchell D’ARRIGO, Erika FERRAIOLI, Giada GALIZI, Luca DOTTO, Marco ORSI, Luca LEONARDI, Filippo MAGNINI, Gabriele DETTI, Arianna CASTIGLIONI, Ilaria BIANCHI, Federico TURRINI, Aurora Ponselè.
Qui la lista completa degli atleti
Qui i criteri CONI

#BLN2014 Day 4: Se non l’avessi visto non ci avrei mai creduto!

Tag:, , , , , , , , , , , All News Atleti, International News
Jasmine Carlin - GBR

Jasmine Carlin – GBR

Vorrei partire dalla fine ma non lo faccio nonostante l’entusiasmo sia ancora alle stelle!
Ricomponiamoci un attimo e partiamo dall’inizio, dagli 800 stile libero in cui è arrivata la prima sorpresa della giornata.
Credo che quasi tutti avrebbero giurato sulla vittoria della Belmonte o della Friis ma così non è stato, anzi è stata una sonora sconfitta per la spagnola favorita, la gara se l’è aggiudicata l’inglese Jazmin Carlin Che ha dimostrato di essere in grande crescita già ai giochi del Commonwealth, Per lei oggi vittoria è record dei campionati in 8.15.54 mentre per la Belmonte una sonora sconfitta con un distacco di quasi sei secondi! 8.21.22
Terza la Kapas in 8.22.06 Che quasi faceva il colpaccio sulla spagnola!
Ne vogliamo parlare del quarto poso di Lotte Friis?
Sesta con il suo personal Best è la nostra Martina Caramignoli la Swich Girl romana ha nuotato 8.30.47 e ci ha riferito via SMS di essere molto contenta!
Quello che ancora non capisco è per quale motivo la Belmonte abbia scelto di fare gli 800 è anche i 200 misti!
Finita tristemente ultima nuotando un tempo che per lei è praticamente ridicolo!
2.18.46, senza parole ne comprensione.

Katinka Hosszu - HUN

Katinka Hosszu – HUN

Ha vinto la solita magica Katinka Che finalmente rivediamo con un bel sorriso stampato sulla faccia che la rende di nuovo solare come lei è sempre stata!
Record dei campionati con il tempo di 2.08.11 in una gara dominata dall’inizio alla fine senza storia!
Nella prima delle due semifinali dei 100 stile libero Luca Dotto si è tenuto alle calcagna di Florent Manadou nuotando un grande tempo, 48.68!
Nella seconda semifinale invece ci ha pensato Luca Leonardi a fare un centesimo in meno del suo compagno di squadra, 48.67 Che lo rende potenzialmente da podio a pari merito con il francese Gilot!
Domani sarà una gara aperta in cui possono arrivare le sorprese!
Stessa distanza ma diverso stile, parliamo delle semifinali dei 100 delfino donne in cui Elena Di Liddo e Ilaria Bianchi sono andate alla grande conquistando la finale rispettivamente con il quarto tempo (58.04) e quinto tempo (58.28), brave! Anche per loro si aprono delle interessanti porte che domani potrebbero essere varcabili!

Marco Koch - GER

Marco Koch – GER

È l’apoteosi! Quando Marco Koch tocca la piastra fermando il cronometro sul 2.07.47 nei 200 rana il Velodrom esplode!
La Germania ha aspettato il primo oro dei campionati con tanto entusiasmo ed è stata ben ripagata, oro, record dei campionati che stava per essere record europeo o forse addirittura mondiale! Bravo! Da applausi!
Luca Pizzini nella stessa finale si piazza sesto, 2.10.93, forse lui stesso si aspettava di meglio, noi abbiamo fiducia!
Che Katinka Hosszu fosse una fuoriclasse lo sapevamo, l’abbiamo vista un po’ in crisi all’inizio dei campionati quando dopo i 400 misti ha provato la carta dei 200 dorso ma fallendo, oggi non è stato così, dopo l’oro dei 200 misti è arrivato quello a pari merito nei 100 dorso con la Nielsen che al contrario di Katinka che ha fortemente esultato è rimasta composta quasi delusa, anzi, delusa!
59.63 per entrambe naturalmente davanti a Georgia Davies in 59.74, vittoria e seconda premiazione con la cuffia in testa per l’ungherese che di li a poco è tornata in acqua per la staffetta 4×200!

Viktor Bromer - DEN

Viktor Bromer – DEN

Pelizzari! Un’altra bella sorpresa tra gli esordienti di questa italia che oggi ha messo a segno un 5º posto di testa cuore e polmoni, aggiungerei quella dose di rabbia e determinazione che solo i vincenti hanno!
Lui è uno di quelli, forse l’avremo anche visto emergere tra i grandi un po prima di Berlino, ma fu fermato a titolo cautelativo un paio di anni fa per presunti problemi cardiaci, beh, oggi ha dimostrato di essere perfettamente in forma e con tutte le intenzioni di entrare nell’elite dei grandi, Voto 10! Bravo Matteo! 1.56.72!
Per la cronaca ha vinto il danese Bromer, un altro danese! Si perché oggi se ne sono visti tanti, ancor più del solito!
A parte la Friis insolitamente quarta negli 800, la Ottesen nelle semifinali dei 100 delfino, la Nielsen che ha vinto l’oro nel dorso, ecco che lui vola verso la vittoria nei 200 delfino mettendo dietro gente come BencenBiczco per l’Ungheria ma sopratutto Pawel Korzenioowski sul terzo gradino del podio!
Viktor Bromer oggi ha vinto in 1.55.29 e dopo aver volato sull’acqua lo ha voluto ripetere sulla corsia per festeggiare la vittoria imitando un aeroplano poggiandosi sulla corsia, bravo e simpatico!

Elisa Celli - ITA

Elisa Celli – ITA

Arrivare noni e perdere una finale importante non è mai bello, Elisa Celli tuttavia è stata scelta per prima come Swich Girl perché ha da subito dimostrato le sue caratteristiche perfette, in gamba come atleta, come donna, come sportiva, perfetta, come oggi nel suo estremamente breve messaggio post gara, “pazienza, è mancata la ciliegina”.
Sono quasi più triste io di lei, perché è troppo in gamba per farne un dramma, troppo matura per pensare che finisca così, troppo toga (come si dice dalle mie parti) per arrabbiarsi rovinandosi l’europeo, troppo forte, voto 12! Posizione 9ª in 2.26.87.
È stata più brava Giulia De Ascentis, ottava in 2.26.34, per lei sarà finale domani alla ricerca di un ulteriore miglioramento! Brava!
Al comando un’altra danese, la Pedersen! 2.22.32, domani potrebbe attaccare qualche record, visto che il suo crono è record dei campionati…
Subacquea corta, frequenza della bracciata altissima, finale di gara all’attacco, ecco

Vladimir Morozov - RUS

Vladimir Morozov – RUS

Vladimir Morozov vincere la finale dei 50 dorso su Jeremy Stravius e Chris Walker, 24.64-24.84-25.00 Si staranno mordendo le mani sia Nicolò Bonacchi e Stefano Mauro Pizzamiglio!
Infine, la 4×200 stile libero donne, rispetto alla mattina Pellegrini per Carli, Alice Mizzau prima, Stefania Pirozzi seconda, Chiara Masini Luccetti terza, siamo stati in gara sempre almeno per l’argento, la Svezia ha messo in acqua la Sjostrom per terza staccando tutti compresi noi di tantissimo, la sua frazione vale 1.53.64!

Chiara M.Luccetti, Alice Mizzau, Stefania Pirozzi, Federica Pellegrini

Chiara Masini Luccetti, Alice Mizzau, Stefania Pirozzi, Federica Pellegrini

Poteva sembrare abbastanza per mettere la parola fine alla gara e nessuno al mondo avrebbe pensato invece a ciò che in realtà è successo!
La Gardell in ultima frazione ha ancora 4 metri di vantaggio su Federica Pellegrini che non ha fatto una frazione irresistibile in realtà, 1.56.50 per lei non è straordinario, ma la sua rimonta tutta carattere invece la differenzia dalle altre, sebbene non velocissima si è fatta trovare al posto giusto e al momento giusto provandoci fino alla fine anche di fronte ad una cosa impossibile, ecco la differenza!
La Gardell che sarà distrutta moralmente ha nuotato 2.01.51 con l’ultimo 50 disastro, 32.40! Così l’Italia porta a casa un oro straordinario fatto da quattro straordinarie, perché sebbene Federica abbia fatto l’ennesimo miracolo che se non l’avessi visto con i miei occhi non ci avrei mai creduto, bisogna evidenziare i crono delle altre tre frazioniate, Alice Mizzau 1.58.34, Stefania Pirozzi 1.57.63, Chiara Masini Luccetti 1.58.06 e Federica Pellegrini ha chiuso in 1.56.50, record dei campionati in 7.50.53!
STRAORDINARIE!
Indovinate chi ha fatto la rimonta per il bronzo in ultima frazione?
Katinka Hosszu! 1.56.58 per la terza medaglia di oggi! Cuffietta in testa e via! INDISTRUTTIBILE!
Domani si ricomincia con i 200 dorso uomini, ecco il programma completo, ed ecco i risultati completi di oggi è la start list di domani mattina!
Ayò!

ASSOLUTI ESTIVI DAY 1 AM: BENTORNATO SCIENZY!

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , News Italia

image
ASSOLUTI ESTIVI 2014
Prima parte di gara, senza dubbio, almeno per me, la nota più positiva della prima mattina di gare è il ritorno al podio di Federico Colbertaldo, per gli amici Scienzy!
Quel Federico allenato dal maestro Bane Dinic a Montebelluna che ci ha regalato emozioni a go go negli anni d’oro in cui stravinceva nelle distanze lunghe in Italia e non solo, lui primatista europeo degli 800 che ha ceduto tale record solo ad aprile sotto le bracciate di Gabriele Detti e Gregorio Paltrinieri, lui, il mitico Federico Colbertaldo!
Bravo mille volte, un esempio per giovani e meno giovani, ha fatto della perseveranza e della pazienza la sua arma migliore, perché il periodo “fuori dai giochi” è stato lungo, il rientro faticoso, ma il risultato ora lo premia, finalmente per l’ennesima volta sul podio di un italiano assoluto nei 400 stile libero, secondo in 3.56.18con una distribuzione di gara quasi perfetta, bravo!
A vedere il suo tweet anche lui sembra molto contento! 🙂 e anche noi lo siamo!
La cronaca:
Non è sembrata una prima parte irresistibile, moltissimi assenti ma c’era da aspettarselo, quindi anche il livello tecnico non è sembrato particolarmente alto, tuttavia qualche altra nota buona oltre quella di Scienzy si è vista.
Gabriele Detti ha vinto i 400 stile in 3.52.33, in solitudine direi, complice anche l’assenza di Paltrinieri e D’Arrigo che sicuramente erano gli avversari da battere, Colbertaldo secondo e Cesare Sciocchetti terzo in 3.56.96, voglio dare una nota di merito a Michele Santaniello, il sardo allenato da Antonio Satta al Centro Nuoto Torino è arrivato quarto in 3.57.07, orgoglio sardo!
L’unica sotto i 29 secondi nei 50 dorso donne è Elena Gemo, 28.69 per lei e poco oltre Arianna Barbieri in 29.01 e terza Stefania Cartapani in 29.13
Buono il 23.86 di Piero Codia nei 50 delfino in cui un po’ ha dovuto sudare per battere Paolo Facchinelli secondo in 24.11, sul terzo gradino Lorenzo Benatti in 24.23 e 4 centesimi dietro il sempre più bravo Francesco Giordano a 24.27
Alice Mizzau si impone nei 200 stile libero in 1.59.40 davanti a Chiara Masini Lucetti che ha chiuso in 2.00.15 ed Erica Musso in 2.00.56
Bello anche il 50 rana uomini, bella la sfida tra Andrea Toniato e Francesco Di Lecce, 27.45 per il primo e 27.49 per il secondo mentre al bronzo è arrivato Mattia Pesce in 27.74 soffiando il podio di un centesimo a Nicolò Ossola e di 4 centesimi al piano piano ritrovato Fabio Scozzoli.
Arianna Castiglioni pur giovane attualmente conferma di avere una marcia in più rispetto alle avversarie, il suo 1.08.93 non è per nulla straordinario ma basta e avanza per vincere il titolo in attesa di Berlino, seconda Michela Guzzetti in 1.09.47 e terza Giulia de Ascentis in 1.09.95, molto lontana Lisa Fissneider in 1.12.00

Lorenzo Tarocchi (sx) e Riccardo Maestri (dx)- Ph. Swimming Channel

Lorenzo Tarocchi (sx) e Riccardo Maestri (dx)- Ph. Swimming Channel

Senza problemi Federico Turrini si aggiudica i 400 misti in 4.19.29 lasciando l’argento a Matteo Pelizzari in 4.22.52 e il bronzo ad un giovane al suo primo podio assoluto, Lorenzo Tarocchi! bravo, terzo in 4.23.83, finalmente! 🙂
Anche Elena di Liddo conferma la sua crescita nuotando un ottimo 58.11 nei 100 delfino in un momento in cui come anche la mastra Cristina Chiuso ci suggerisce, le sensazioni sono le peggiori, a due settimane dal traguardo per intenderci.
Seconda Silvia di Pietro in 59.18 e terza Elena Gemo in 59.71
Questo pomeriggio la seconda parte di gara, ore 17.00 l’inizio, vediamo come va!
Nel frattempo ecco il file con i risultati di stamattina: ASSOLUTI ESTIVI 2014 – RISULTATI PRIMA PARTE
E la strat list di questo pomeriggio: Assoluti Estivi 2014 – Lista di partenza Day 1 PM – 2a PARTE
Come forse già sapete nella Home Page di www.swimmingchannel.it è operativa la diretta timing cosi come la diretta via Twitter della maestra Cristina Chiuso, serve altro? 🙂

Milano 2014 – Day One By Beatrice Cannistraro

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , International News, News Italia

988791_478130155646531_1631530060_nMilano 2014 – Day One By Beatrice Cannistraro

Si è concluso questo primo pomeriggio di gare nella piscina di Via Mecenate a Milano, 2° Gran Prix d’Inverno e Trofeo Città di Milano, grandi tempi ma soprattutto grandi atleti.

1978634_478205778972302_677340628_nIl pomeriggio si è aperto con i 200 stile donne che sono stati vinti dalla francesina Camille Muffat che chiude in 1.58.27, solo 2 decimi dietro Alice Mizzau  in 1.58.53 e in terza posizione si piazza Martina De Memme in 2.01.54. Continua a leggere

Martina Caramignoli: 3 settimane molto impegnative!

Tag:, , , , , All News Atleti, News Italia

Martina Caramignoli Swich Girl 7

Martina Caramignoli: 3 settimane molto impegnative!

11 atleti, l’élite della nazionale italiana, qualche velocista, qualche mezzofondista e naturalmente una grande fondista, Martina Caramignoli!

La Swich Girl dell’Aurelia Nuoto che da qualche mese è stabile al centro federale di Ostia è appena rientrata in Italia dopo un collegiale piuttosto impegnativo in Spagna, chiaramente tutto in funzione dell’obiettivo stagionale, la qualificazione ai Campionati Europei di Berlino! Continua a leggere

1° GRAN PRIX D’INVERNO – SAN MARINO: Domani il via!

Tag:, , , , , , , , , , , , International News, News Italia

logo-san marino1° GRAN PRIX D’INVERNO – SAN MARINO: Domani il via!

In accordo con la FIN la Federazione Nuoto San Marino da domani ospita il 1° Gran Prix d’Inverno, da domani al via per due giorni o meglio, 3 parti di gara.

Venerdì 24 e sabato 25 la piscina Multieventi Sport Domus ospiterà la gara in vasca da 50 metri al quale hanno già dato adesione tanti atleti della nazionale italiana e non solo.

Al Meeting parteciperanno 40 società con oltre 300 atleti iscritti, la quasi totalità affronteranno la gara in pieno carico, del resto in questo momento si deve lavorare anche tanto in prospettiva dei campionati italiani assoluti che fungeranno da selezione per le grandi manifestazioni internazionali sia assoluti che giovanili.

Stefania Pirozzi, Continua a leggere

Barcellona 2013 Day 3 AM – Il report By Cristina Chiuso

Tag:, , , , , , , , , , , , , International News, News Italia
Cristina Chiuso 4 OLIMPIADI LA NUOTATRICE ITALIANA PIU' LONGEVA ANCORA OGGI PRIMATISTA ITALIANA DEI 50 STILE LIBERO

Cristina Chiuso
4 OLIMPIADI
LA NUOTATRICE ITALIANA PIU’ LONGEVA ANCORA OGGI PRIMATISTA ITALIANA DEI 50 STILE LIBERO

 

BARCELLONA 2013

DAY 3 – PRELIMINARY MORNING SESSION – BY CRISTINA CHIUSO

La mattinata non e’ cominciata bene. Tutti avevamo sperato che la notte portasse consiglio e che oggi Fabio Scozzoli avrebbe avuto l’opportunita’ di riprovare a nuotare come sa fare ma e’ evidente che c’e’ qualcosa che non va.

Non puo’ essere solo una questione di testa.

Non vedere il suo nome tra i sedici nei 50 rana pesa, con un 27.60 piu’ alto del passaggio dei 100.
Speriamo che da qui a domenica si riposi e cerchi una rivincita nella 4×100 mista, i ragazzi hanno bisogno di lui.
Mattia Pesce Vania Toni Management

Mattia Pesce
Vania Toni Management

Mattia Pesce passa invece il turno anche se anche lui nuota un tempo superiore al passaggio dei 100, 27.52 contro 27.40.
Nei 200 stile sia Federica Pellegrini che Alice Mizzau saranno in gara questa sera.
Alice Mizzau e Coach Max Di Mito

Alice Mizzau e Coach Max Di Mito

Per Fede il terzo tempo in 1.56.79 dietro a Muffat e Hosszu. L’ungherese potrebbe essere il cliente scomodo che non ti aspetti. Alice 1.58.10. L’accesso in finale sara’ probabilmente sotto l’1.57.

Nei 200 delfino fuori Francesco Pavone che chiude in 1.58.68  continuiamo a perdere l’occasione di entrare in semifinale. Peccato. Primo tempo per Tyler Clery con 1.56.03,  dietro  di lui Le Clos, che passa la gara a guardare dove sono gli avversari per centellinare le energie. Certo l’assenza di Phelps qui e’ tangibile.
Gabriele Detti non riesce a entare nei primi 8 degli 800 stile libero con il suo 7.56.15 . La finale era alla sua portata.
Gabriele Detti Vania Toni Management

Gabriele Detti
Vania Toni Management

Gregorio Paltrinieri

Gregorio Paltrinieri

Gregorio Paltrinieri settimo in 7.52.33, conquistiamo un’altra corsia 1.

Sun da l’impressione di fare  un 800 ben nuotato, poi mette un po’ le gambe nell’ultimo 100, giusto per vincere la batteria. Non sara’ al massimo della forma ma non ha avversari. In finale anche Osama Mellouili, dopo le gare in acque libere, gli 800 devono essergli sembrati uno sprint. Grande campione!
Cristina Chiuso per Swimming Channel

 

Barcellona 2013 – Nuoto Day 1 – Il report di Cristina Chiuso

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , International News
Cristina Chiuso 4 OLIMPIADI LA NUOTATRICE ITALIANA PIU' LONGEVA ANCORA OGGI PRIMATISTA ITALIANA DEI 50 STILE LIBERO

Cristina Chiuso
4 OLIMPIADI
LA NUOTATRICE ITALIANA PIU’ LONGEVA ANCORA OGGI PRIMATISTA ITALIANA DEI 50 STILE LIBERO

Barcellona 2013

Nuoto Day 1 – Il report di Cristina Chiuso

Sapevo che nel primo giorno di gare a Barcellona avrei dovuto sentire almeno una volta la marsigliese. E cosi’ e’ stato. Ma cominciamo dall’inizio. Nel pomeriggio l’ingresso in finale nei 100 delfino con il settimo tempo di Ilaria Bianchi , 58.29, poco di piu’ rispetto a quanto nuotato nelle batterie. Ilaria cambia tipologia di costume tra batterie e finali forse alla ricerca di sensazioni diverse. Gara sotto tono come la mattina, niente di sbagliato ma cosi’ e’ difficile sognare in grande.
Il primo tempo in finale e’ per la svedese Sarah Sjostroem che sembra aver finalmente ritrovato la via dopo anni di alti e bassi. Dana Vollmer fa di tutto per andare piano e parte con molto ritardo. Janette Ottesen  cerca il passaggio veloce, forse un po’ troppo, ma e’ suo il secondo tempo. Alicia Coutts era chiamata ai lavori forzati con 100 delfino, 200 misti e staffetta 4×100 sl,  e non credo abbia spinto al massimo.  La gara e’ ancora tutta da giocare. o meglio da nuotare.
Nei 400 stile uomini Sun ha voluto chiarire che di umano non ha molto e ha tentato anche l’attacco al record del mondo. Attacco andato a vuoto ma per il cinese c’e’ una vittoria per distacco in 3.41.59 . La lotta si e’ svolta solo per la seconda e terza posizione, con arrivo sulla piastra quasi all’unisono per Kosuke Hagino e Connor Jaeger. L’argento e’ andato al giapponese per tre centesimi 3.44.82 contro 3.44.85.
Nelle semifinali dei 200 misti la miglior prestazione e’ stata di Katinka Hosszu che sembra raccogliere i frutti di una stagione passata gareggiando in piu’ gare possibili. La Ye nuota il secondo tempo ma in realta’ approccia solo la gara senza spingere piu’ del dovuto.
Nicolas Santos e Cesar Cielo hanno vinto le due semifinali dei 50 delfino uomini, rispettivamente  22.81  e 22.86 i loro crono. Piero Codia non riesce a ripetere il record italiano fatto segnare in batteria, 23.21, tempo che comunque non sarebbe bastato per l’ingresso in finale. Purtroppo paga anche il fisico piu’ minuto rispetto agli avversari che sono invece alti e molto muscolati. In finale non ci saranno neppure il primatista del mondo Rafael Munoz e Roland Schoeman.
I 400 stile libero donne sono state la gara piu’ sorprendente della prima giornata. Gia’ al mattino Camille Muffat non aveva brillato, lento il passaggio a meta’ gara e pesante e corta la sua azione in acqua, ma tutto avrei immaginato tranne che in finale peggiorasse notevolmente il tempo delle batterie e finisse addirittura settima con 4.07.67 . Tutti gli applausi sono andati a una Katie Ledecky spettacolare che ha vinto la gara in 3.59.82 record del mondo con i costumi in tessuto. Bellissima la sua azione in acqua, appesantita solo un po’ nel penultimo 50. Il record di Federica Pellegrini resiste ma sembra solo una questione di tempo. I record degli 800 e dei 1500 hanno invece i giorni contati. L’argento nei 400  e’ andato alla spagnola Melanie Costa Schmid mentre il bronzo alla neozelandese Lauren Boyle.
Se Federica Pellegrini stava aspettando qualche segnale per decidere se nuotare o meno i 200, ora tutto potrebbe sembrarle piu’ chiaro:  “questa gara s’ha da fare”.
Nei 100 rana uomini Fabio Scozzoli conquista il settimo tempo. Anche per lui come per Ilaria un passaggio troppo lento ai 50 e una nuotata un po’ troppo bassa sull’acqua. Gli Americani ripetono sempre che “se hai una corsia in finale puoi vincere l’oro”. Fabio con il suo 59.90 sara’ alla 1 lontano da tutte le distrazioni. Miglior crono in semifinale per Christian Sprenger in 59.23, secondo l’americano Cordes. Sedicesimo Mattia Pesce che tenta un passaggio davvero troppo veloce ai 50, 27.40 e peggiora il tempo del mattino nuotando in 1.01.06. L’ingresso in finale era comunque difficilissimo.
Bellissima lotta tra USA e Australia nella 4×100 stile donne vinta dagli States con un fenomenale recupero di Megan Romano su Alicia Coutts in ultima frazione. L’americana parte con sette decimi di ritardo sull’australiana e tocca prima in 3.23.31 contro il 3.23.43 delle avversarie. In prima frazione Cate Campbell nuota un velocissimo 52.33 staccando di piu’ di un secondo Missy Franklin.
Ma e’ stata la staffetta maschile quella piu’ avvincente e quella dal risultato forse piu’ inaspettato. Il detto dice tra i due litiganti il terzo gode. Oggi il detto si e’ trasformato in: tra i tre litiganti il quarto gode. Doveva essere lotta tra USA, Australia e Russia. Ha vinto la Francia. Gli Australiani partono con un Magnussen irriconoscibile che non riesce a nuotare sotto i 48″, all’ultimo cambio gli States sono in testa e la lotta per l’oro sembra essere tra loro e la Russia. La Francia cambia in quarta posizione. Troppa pressione sulle gambe di Feigen e Izotov che nuotano prestazioni ben al di sotto delle loro possibilita’, regalando il primo posto ai galletti, salvati non tanto dall’ultima frazione di Stravius, quanto dal 46.9 di Gilot che gli ha dato il cambio.
L’Italia arriva quinta, con i tempi nuotati quest’anno dai nostri ragazzi era difficile ipotizzare una posizione diversa. Sbaglia Dotto in prima frazione che nuota 49.17, ma il team trova un Marco Orsi velocissimo da 47.25, una delle migliori prestazioni di tutta la serata. Luca Leonardi si conferma con 48.08 e Filippo Magnini in quarta frazione chiude con 48.12. Sicuramente non il miglior Magnini ma comunque una prestazione in linea con quanto aveva fatto vedere il pesarese durante la stagione.
In mattinata malgrado il nuovo record italiano erano rimaste fuori dalla finale le ragazze della 4×100 stile mancando l’ottavo posto per soli 25 centesimi. Alice Mizzau 55.57 Federica Pellegrini 53.98 Silvia Di Pietro 55.12 Erika Ferraioli 54.83 per un totale di 3.39.50.  Peccato perche’ dati i parziali, si poteva limare ancora qualcosa e riportare anche questa staffetta in una finale mondiale Il test e’ comunque positivo per Federica che dimostra un ottimo stato di forma.
Gabriele Detti nei 400 stile esce in batteria, quattordicesimo  con 3.49.78, la strada per la finale e’ ancora lunga, ma conferma i tempi nuotati in questa stagione. Fuori anche Martina De Memme, undicesima in 4.08.42, non il suo miglior tempo ma comunque una buona prestazione per la livornese.
Male invece nelle stesse gare Samuel Pizzetti, ventiduesimo in 3.53.26, e Diletta Carli, diciannovesima in 4.13.89. Controprestazioni difficilmente spiegabili.
Lontana dalle 16 e dal suo migliore anche Stefania Pirozzi nei 200 misti che finisce ventiquattresima in 2.14.98. La semifinale era alla sua portata.
Diciottesimo Matteo Rivolta nei 50 delfino ma con il suo primato personale, 23,65. Segnale comunque positivo per lui  in previsione della doppia distanza.
Cristina Chiuso per Swimming Channel.