some image

Swimming Channel

Londra Nuoto Day 3: Che serata ragazzi!

Tag:, , , Eventi, International News, News Italia No comments
featured image

Il terzo pomeriggio di Londra ragazzi è stato qualcosa di davvero intenso, io non so come l’avete vissuto voi ma io dal mio modesto bordo vasca nel mio centro sportivo Atlantide di Elmas me ne andavo su e giu per il bordo vasca ipad alla mano e “gambeeeee, gambeeeee” anche se stavano facendo braccia! :-))

Ero preso, eccome se ero preso, stranito inizialmente da quella partenza insolita, Greg che parte con una bracciata lunga e senza gambe, ops scusate, le gambre non le ha mai! :-)) mi chiedevo se fosse normale o se fossero gli avversari a partire forte, Gabriele compreso, no, era tutto sotto controllo e calcolato!

Sempre primo tranne nel primo 50, ma ciò che mi ha fatto pensare è il modo in cui ha nuotato i primi 3-400 metri, sembrava sottotono al punto tale che ho anche pensato al peggio, poi passaggio dopo passaggio, ogni 50 metri il gap con il record europeo diminuiva di qualche decimo cosi dai 500 metri in poi ecco finalmente vedere quel segno “meno” comparire negli split, Greg c’è eccome! Dopodiche è stata una cavalcata, bellissima, talmente solo che quasi gli altri scomparivano dalla schermata, così veloce che Sun Yang nella notte cinese avrà avuto qualche brivido di freddo e Mack Horton avrà capito che qualcuno in Italia nel vederlo andare forte in Australia si è un pò incazzato! 🙂 Adesso si tratta di arrivare a Rio al top, perchè questo Greg sappiamo bene non è ancora al top, immaginatevi cosa può fare ad agosto!

Attenti a quei due!

Attenti a quei due!

Meritevole eccome è anche Gabriele Detti, già oro nei 400 stile oggi forse si è limitato a gestire gli avversari consapevole che Paltrinieri sarebbe stato irraggiungibile ma anche che probabilmente la sua preparazione è orientata verso i 400 e si è visto, ad ogni modo davvero bravo, ancora giovanissimo ma con una forza mentale eccezionale! bravo Gab!

Luca Pizzini è riuscito a centrare la finale dei 200 rana con l’8° tempo e quindi domani sarà tra i protagonisti, non sappiamo se potrà avvicinarsi al podio, gli avversari sono tosti, tutti tranne uno che è tosto cronometricamente ma viste le immagini Marco Koch non sembra per nulla avere il fisico da nuotatore, tutt’altro! Ad ogni modo il suo 2.09.82 è il secondo tempo per la finale preceduto solo da Ross Murdoch di un decimo, per Luca Pizzini un buon 2.11.54 e si dichiara contento per aver fatto un bel passo avanti!

Sara FranceschiNei 200 misti donne in semifinale c’erano le grintosissime Sara Franceschi e Carlotta Toni e non erano lì per stare a guardare bensì per essere protagoniste, così infatti è stato! Sono apparse belle toste, poco impaurite dalle avversarie più blasonate e sfacciate quanto basta per far capire a tutti che sarebbero state protagoniste! Sara domani partirà con il 5° tempo in virtù del 2.12.95 mentre Carlotta sarà 7a con il suo 2.13.92, che potenza ragazzi!

Al comando ovviamente c’è lei, Katinka Hosszù che ha nuotato 2.08.60 e apparentemente non avrà avversarie ma aspettiamo…

Sebastian Verschuren

Sebastian Verschuren

Sebastian Verschuren con lo sguardo spalancato e quell’espressione alienata al termine della gara un pò fa paura, ma del resto, la determinazione che ha avuto nel vincere quei 200 stile libero in rimonta su Stepanovich è stata qualcosa di smisurata, talmente tanta che ancora alla fine della gara lui era con il motore a 1000!!! Da applausi, sopratutto per la sua enorme crescita, lo risordo un pò in ombra negli ultimi anni ma poi si dev’essere messo sotto pianificando un arrivo a Rio da protagonista! 1.46.02 davanti a Velimir Stepanovich uscito sconfitto dopo essere stato ad un passo dalla vittoria, 1.46.26 e per poco il beniamino di casa James Guy non gli faceva lo scherzo, di sicuro per l’inglese è stato un campionato deludente, almeno per ora, dapprima sul blocco di partenza in slip nei 400 per finire sempresimo e ora terzo nei 200, visti i presupposti stagionali ci si aspettava di più! Di più come anche per Andrea D’Arrigo, ci vorrebbe la sfera di cristallo per comprendere quali siano le dinamiche che innescano certe prestazioni, tutto sembrava perfetto, la sua crescita ci dava speranze ma ecco ritornare l’ombra di quel ragazzo prodigio che tanto ci faceva sognare, oggi vederlo la in fondo un pò è stato un incubo, ultimo in 1.48.05! 🙁

Ho pensato che Ruta Meilutyte crollasse e che la LUTHERSDOTTIR riuscisse nell’impresa ma così non è stato, la lituana si porta a casa l’ennesimo titolo con un tempo tutto sommato modesto (1.06.17) e l’islandese sarà felice per il suo 1.06.45 d’argento, ciò che dispiace è il 5° posto di Martina Carraro che tutti noi ormai sappiamo essere molto più brava e per certi versi io ero straconvinto che una medaglietta se la sarebbe presa! Peccato quel crollo negli ultimi 15 metri, resta la stima per lei nonostante il crono non sia il massimo, 1.07.81, forza Smartie!

Giacomo Carini - Ph.Arena Swim Your Best

Giacomo Carini – Ph.Arena Swim Your Best

Una delle sorprese del pomeriggio è stato Giacomo Carini, forse sorpresa nemmeno tanto ma di sicuro vederlo così all’arrembaggio per 175 metri ci ha gasati tutti, poi un pò di impennate in arrivo ma alla fine è venuto fuori un crono che vale il record italiano della categoria cadetti e tra non molto si inizierà a ragionare sul record assoluto di Natullo che sta durando un pò troppo, nel frattempo domani speriamo che l’emozione non lo tradisca e che ci sorprenda ancora! 1.56.81!

“Diciamo che crollare alla fine di un 200 delfino è molto facile…però sono comunque contento e spero di migliorare ancora qualcosina in finale domani sera!”

Grande Giacomo!

Sarah Sjostrom

Sarah Sjostrom

Tra le due litiganti la terza gode, ovvero tra le due olandesi si infila Sarah Sjostrom e si prende il titolo dei 100 stile libero in 52.82 precedendo Ranomi Kromowidjojo in 53.24 e Femke Heemskerk in 53.72.

Nella stessa finale c’era Silvia Di Pietro che sulle spalle in tre giorni ha diversi 100 metri nuotati, tutti in progressione cronometrica fino alla prestazione di oggi pomeriggio, 55.11 che sicuramente non la soddisfa, peccato, settima.

“Un pizzico di rammarico c’è – ammette il capitano del NUOTO LIVORNO – il podio non era distante, ma nei 200 Misti si tratta del mio miglior risultato in carriera; evidentemente ora valgo 2 minuti netti, ma nei 400 è tutta un’altra storia, altri ritmi, altri passi”.

Così ha commentato Federico Turrini dopo i 200 misti, in effetti non c’è nulla da rimproverarsi, del resto è il suo migliore ma noi ora aspettiamo i 400! 🙂 oggi nei 200 misti  4° in 2.00.28 abbastanza lontano dal podio e per la cronaca ha vinto il greco Andreas Vazaios in 1.58.18, non male!

Finalmente Carlotta Zofkova! Eccola in grande spolvero nei 100 dorso, eccola migliorarsi sensibilmente rispetto al mattino e nuotare 1.00.81 che basta il tanto giusto per conquistare la finale di domani! brava Carlotta! Nel frattempo Elena Gemo non è riuscita nell’impresa chiudendo 14a in 1.01.70 mentre Mie Oe Nielsen siglava il nuovo record dei campionati in 59.16!

Infine le semifinali dei 50 dorso che hanno visto ancora Camille Lacourt primeggia in 24.79 ma sopratutto hanno visto Simone Sabbioni uscire dai primi 8 e chiudere in 25.37, dopo il podio nei 100 dorso eravamo tutti molto gasati ma questa prestazione di sicuro non intacca di mezza virgola la fiducia che abbiamo in lui! a prescindere, bravo Simone!

CLICCA QUI PER I RISULTATI DEL POMERIGGIO

Domani quarta giornata di gare con questo programma:

10:00 WOMEN 200 m Breaststroke – Preliminary
10:20 MEN 100 m Freestyle – Preliminary
10:41 WOMEN 100 m Butterfly – Preliminary
10:53 MEN 800 m Freestyle – Preliminary
11:32 WOMEN 4×200 m Freestyle – Preliminary

Add your comment