some image

Swimming Channel

Commonwealth Games Day 6: Swimming/The end

Tag:, , , , , , , , , , , , , , International News

250px-2014_Commonwealth_Games_Logo_svgCommonwealth Games, Glasgow, era la giornata di chiusura in Scozia per il nuoto, 6 giorni iniziati alla grande con tanti records dei games e uno mondiale dell’Australia femminile nella 4×100 stile libero e nei giorni successivi ce ne sono stati degli altri nella sezione diversamente abili nonché quello europeo nei 50 rana dell’inglese Adam Peaty.

Man mano che le giornate avanzavano in effetti c’è stato un calo ma questo conta poco, perché alla fine è stata una sezione nuoto molto interessante che ha regalato non poche emozioni ma anche la possibilità di iniziare a fare qualche ragionamento su quali possano essere i protagonisti a Berlino a fine agosto, diverse nazioni europee presenti e non pochi risultati interessanti!

Nell’ultima giornata di gare, cioè ieri, al mattino nessun record ma alla sera ce ne sono stati invece 5 dei giochi e uno mondiale juniores ma andiamo per ordine.

Lauren Boyle per New Zeland vince i 400 stile in 4.04.47 per la quarta prestazione mondiale e il record dei giochi davanti a Jazza Carlin e Bronte Barratt (4.05.16-4.06.02) cosi 9 minuti dopo entrano in scena i missili per i 50 stile uomini, uno solo però è riuscito a scendere sotto i 22 secondi ed è stato Benjamin Proud che ha vinto in 21.92 davanti a Cameron McEvoy in 22.00 e James MAgnussen in 22.10, in tutta onestà pensavo meglio visti i personaggi, ma la loro classe resta sempre enorme.

Il secondo record della giornata lo sigla Georgia Davies per il Galles nei 50 dorso, 27.56 molto interessante anche perché seconda mondiale dietro la cinese Yuanhui Fu in 27.51, brava!

Forse a sorpresa i 200 misti se li è conquistati con record dei games l’australiano Daniel Tranter in 1.57.83 lasciandosi dietro l’altro Daniel vincitore dei 400, Wallace che ha chiuso in 1.58.72 ma anche Chad Le Clos terzo in 1.58.85

Nella stessa gara al femminile per la categoria SM10 sul primo gradino del podio c’è andata la neozelandese Sophie Pascoe nuotando la distanza in 2.27.74 Così sono entrati in acquaquelli resistenti, ma molto veloci lo stesso!

Ryan Cochrane ha vinto i 1500 in 14.44.03 che vale la prima piazza mondiale soffiando il posto a Greg Paltrinieri ma ancor più interessante è il record mondiale juniores di Mack Horton, 18 anni di Melbourne che ha chiuso secondo in 14.48.76 per la terza prestazione mondiale stagionale! Chissà cosa ne pensa Sun Yang…

La 4×100 mista femmine è ancora targata Australia con il record dei giochi in 3.56.23 ma nella staffetta al maschile non è bastato il 47.10 di Magnussen per rimontare sull’Inghilterra da record in 3.31.51!

Ecco la gallery…