some image

Tag Matteo Rivolta

Super Italia vince il Championships Trophy, Sabbioni e Orsi simbolo dei campionati.

Tag:, , , , , , , , , , , , , Eventi, International News, News Italia No comments

Dopo la Danimarca (38) che giocava in casa gli azzurri erano la squadra più numerosa formata da 36 unità, intesi come atleti ovviamente, un gruppo molto numeroso che sapeva sin dall’inizio dove voleva andare e cosa avrebbe potuto fare, un campionato che posiziona la nazionale italiana nel terzo posto del medagliere in virtù delle 5 medaglie d’oro, 6 d’argento e 5 di bronzo che riepilogheremo in coda all’articolo.

Ma ciò che fa particolarmente piacere è che gli azzurri hanno totalizzato invece un punteggio di gruppo (Championships Trophy) che stacca la nazione più medagliata di ben 58 punti! 959 per l’ Italia e 901 per la seconda classificata Russia. Continua a leggere

NETANYA 2015 – THE END

GLI HIGHLANDERS, IL BOMBER, GREG E ASTRO BOY!

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , International News, News Italia No comments

IMG_1369.JPGNon mi dilungherò, lascio questo compito ai professionisti ben più preparati di me che hanno già esposto ogni genere di statistica e ogni genere di informazione su risultati, record, medaglie etc, per questo mi rifarò alla fonte ufficiale ovvero federnuoto.it!

Mi limiterò a fare una riflessione su Continua a leggere

Marco Orsi il Bomber!

Doppio Record Italiano a Massarosa!

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , News Italia No comments

_DSC7709-2Marco Orsi dovrebbero prenderlo nei prossimi episodi di The Avengers!

Va bene essere veloci ma così inizia ad essere un pò roba da supereroe, record italiano in corta dei 50 delfino, 23.09 davanti a Matteo Rivolta che proprio la scorsa settimana aveva abbassato il record a 23.11, nemmeno il tempo di goderselo che il bomber se l’è portato via! Come anche quello nei 100 misti nuotati però di pomeriggio, 52.15 soffiandolo a Christian Galenda che lo siglò nel lontano 2008 gommato! Wow che Bomber! Potrebbe nuotare la distanza agli europi in corta ma troppo vicini ai 100 stile libero e quindi anche se ha conseguito il tempo limite non li nuoterà in Israele. Continua a leggere

GP d’Italia

Ecco il Nuoto Livorno!

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , Eventi, News Italia No comments

dal_masoPellegrini sì, Paltrinieri no: la XXXIX edizione del Trofeo “Mussi-Lombardi-Femiano” aprirà i battenti questa mattina alla piscina comunale “Frati” di Massarosa. Un classico d’inizio stagione che, anche per quest’anno, rappresenterà l’ultimo banco di selezione per gli Europei di vasca corta in programma dal 2 al 6 dicembre (Israele).

Ai blocchi di partenza – naturalmente – anche la truppa in cuffia NUOTO LIVORNO, a cominciare da Federico Turrini (pre qualificato grazie al 9° posto ottenuto a Kazan nei 400 Misti) e Chiara Masini Luccetti, reduce dalla doppia uscita in Coppa del Mondo tra Doha e Dubai; attenzione anche ai colpi in canna di Susanna Negri Continua a leggere

Nico Sapio 2015

Rec.Ita. di Matteo Rivolta

grande soddisfazione per Leoni e Nozzolillo

Tag:, , , , , , , News Italia No comments

Matteo RivoltaSembra proprio che l’aria romana stia facendo molto bene a Matteo Rivolta che ieri al Nico Sapio di Genova ha siglato il nuovo record italiano assoluto nei 100 delfino! 50.32 con passaggio brivido (23.72) per il nuovo atleta di Mirko Nozzolillo allenato precedentemente da Gianni Leoni al Team Insubrika per il quale resta tesserato insieme alle Fiamme Oro Roma.

Senza dubbio questo è un successo che Matteo dovrà dividere con entrambi gli allenatori, il lavoro svolto con Gianni Leoni di sicuro sta fruttando bene anche ora che il bravo e indiscusso Mirko Nozzolillo sta concretizzando insieme al suo team romano, applausi dunque per Matteo ma anche Gianni e Mirko! Continua a leggere

Matteo Rivolta all’Aniene con Mirko Nozzolillo:

il comunicato stampa del Team Insubrika

Tag:, , News Italia No comments
Matteo Rivolta

Matteo Rivolta – ph. Swich

Inizialmente era solo una voce, poi diventata un pò insistente, con le solite storpiature del passaparola che logicamente hanno fatto confusione, quindi ecco fare chiarezza il comunicato stampa della squadra di appartenenza di Matteo Rivolta, il Team Insubrika.

Il Team Insubrika prende atto della volontà dell’atleta di cambiare guida tecnica nell’anno olimpico e lo autorizza ad allenarsi a Roma, con il Circolo Canottieri Aniene

Sesto Calende, 16 settembre 2015 – Al termine di un periodo piuttosto tormentato e per porre fine a tutte le polemiche e a qualunque possibile strumentalizzazione del caso, con il presente comunicato la Società intende chiarire termini e modi del trasferimento del nostro atleta, Matteo Rivolta, all’Aniene.

A metà agosto, subito dopo i Campionati Italiani, Matteo ha espresso al suo allenatore, Gianni Leoni, la volontà di provare a cambiare metodologia di allenamento, augurandosi di trovare, nell’anno olimpico, gli stimoli giusti per affrontare al meglio una delle stagioni più importanti della sua carriera. Nel pieno rispetto della sua volontà, dunque, pur con forte rammarico e preoccupazione per questa scelta, la Società ha fin da subito autorizzato il trasferimento dell’atleta. Tale autorizzazione, che non è affatto da intendersi come una “richiesta”, è stata dunque inoltrata al Circolo Canottieri Aniene, e per conoscenza alla Federazione Italiana Nuoto e al Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro (per le quali Matteo è tesserato). Nella giornata odierna abbiamo ricevuto riscontro sia dall’Aniene che dalla FIN e, a questo punto, consideriamo chiusa la vicenda. Continua a leggere

Assoluti Primaverili 2014: Finale A 50 Farfalla Maschi

Tag:, , , , , , , News Italia

Pubblico con molto piacere questo video perche uno degli 8 protagonisti è un ragazzo che ha le mie stesse origini, già la gara in se è molto bella, piena di campioni super affermati come Piero Codia, Matteo Rivolta, Luca Dotto, altri più che emergenti come Paolo Facchinelli e Stefano Mauro Pizzamiglio, alcuni che cercano delle alternative alle loro gare preferite come Fabio Scozzoli e Marco Belotti, tra loro il sassarese Andrea Farru che ormai considero facente parte dell’elite, visto e considerato che nelle occasioni che contano in questa gara non manca mai, chissà che anche quest’anno non arrivi una chiamata per il 7colli come l’anno scorso!

Ad ogni modo, augurandovi una serena Pasqua ecco la finale A dei 50 delfino maschi!

HERNING 2013 – REPORT DAY 2

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , International News
Marco Orsi GS Fiamme Oro Roma CN UISP - Bologna Ph. Swimming Channel

Marco Orsi
GS Fiamme Oro Roma
CN UISP – Bologna
Ph. Swimming Channel

HERNING 2013 – REPORT DAY 2

Beh, non ci siamo per nulla annoiati!!!

Herning sta regalando grandi emozioni, Continua a leggere

40° TROFEO NICO SAPIO – Genova, 1 e 2 novembre 2013 – Risultati

Tag:, , , , , , News Italia

riga-2_bCome ormai di consueto è stata una edizione che non ha fatto mancare le emozioni e le belle prestazioni nonchè le grandi presenze internazionali.

Segnalandovi il secondo record italiano in una settimana di Matteo Rivolta nei 100 delfino lasceremo a voi la curiosità di spulciare bene i risultati in questo bel file che la Genova Nuoto ha pubblicato nel proprio sito.

Diversi sono i nomi e diverse le prestazioni di livello, oltre il nostro campione nostrano del delfino ci sembra ottimo Francesco Di Lecce nei 100 rana (59.45) così l’eterna Natalie Coughlin vincitrice dei 100 stile libero in 52.48.

Torna alla carica Arianna Barbieri nei 100 dorso vinti in 59.63 cosi anche l’americano Nick Thoman che ha vinto in 50.86, nella stessa gara Matteo Rivolta in una veste insolita ha nuotato 53.36, proprio niente male! Continua a leggere

MATTEO RIVOLTA: IL DELFINO CHE NON NUOTA, VOLA! RECORD ITALIANO NEI 100, 50.87!

Tag:, , News Italia

20131027-192052.jpg

Matteo RivoltaArriva subito, quasi in tempo reale, da Barbara Allaria, addetta stampa del Team Insubrika Creval!
E’ record! Si, quello che il DELFINO VOLANTE Matteo Rivolta ha siglato solo pochi minuti fà nei 100 delfino, 50.87!
20131027-200213.jpgA dare ancor più soddisfazione al coach Gianni Leoni e alla società c’è che questo eccezionale risultato è arrivato durante il 3º Trofeo dell’Insubria organizzato proprio dal Team Insubrika!
Era nell’aria, dopo la già grande prestazione di ieri a Bellinzona in cui Matteo ha nuotato 51.08, il record di Joseph Davide Natullo siglato a Manchester nel 2009 con il costume gommato ha vacillato, poi il rientro a casa e un lungo riposo mattutino così come descritto da Matteo via sms, così dopo 24 ore il record è crollato!
Grande grande grande Matteo!
Adesso lo aspettiamo per le sue dichiarazioni! Continua a leggere

Barcellona 2013 – Nuoto Day 1 – Il report di Cristina Chiuso

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , International News
Cristina Chiuso 4 OLIMPIADI LA NUOTATRICE ITALIANA PIU' LONGEVA ANCORA OGGI PRIMATISTA ITALIANA DEI 50 STILE LIBERO

Cristina Chiuso
4 OLIMPIADI
LA NUOTATRICE ITALIANA PIU’ LONGEVA ANCORA OGGI PRIMATISTA ITALIANA DEI 50 STILE LIBERO

Barcellona 2013

Nuoto Day 1 – Il report di Cristina Chiuso

Sapevo che nel primo giorno di gare a Barcellona avrei dovuto sentire almeno una volta la marsigliese. E cosi’ e’ stato. Ma cominciamo dall’inizio. Nel pomeriggio l’ingresso in finale nei 100 delfino con il settimo tempo di Ilaria Bianchi , 58.29, poco di piu’ rispetto a quanto nuotato nelle batterie. Ilaria cambia tipologia di costume tra batterie e finali forse alla ricerca di sensazioni diverse. Gara sotto tono come la mattina, niente di sbagliato ma cosi’ e’ difficile sognare in grande.
Il primo tempo in finale e’ per la svedese Sarah Sjostroem che sembra aver finalmente ritrovato la via dopo anni di alti e bassi. Dana Vollmer fa di tutto per andare piano e parte con molto ritardo. Janette Ottesen  cerca il passaggio veloce, forse un po’ troppo, ma e’ suo il secondo tempo. Alicia Coutts era chiamata ai lavori forzati con 100 delfino, 200 misti e staffetta 4×100 sl,  e non credo abbia spinto al massimo.  La gara e’ ancora tutta da giocare. o meglio da nuotare.
Nei 400 stile uomini Sun ha voluto chiarire che di umano non ha molto e ha tentato anche l’attacco al record del mondo. Attacco andato a vuoto ma per il cinese c’e’ una vittoria per distacco in 3.41.59 . La lotta si e’ svolta solo per la seconda e terza posizione, con arrivo sulla piastra quasi all’unisono per Kosuke Hagino e Connor Jaeger. L’argento e’ andato al giapponese per tre centesimi 3.44.82 contro 3.44.85.
Nelle semifinali dei 200 misti la miglior prestazione e’ stata di Katinka Hosszu che sembra raccogliere i frutti di una stagione passata gareggiando in piu’ gare possibili. La Ye nuota il secondo tempo ma in realta’ approccia solo la gara senza spingere piu’ del dovuto.
Nicolas Santos e Cesar Cielo hanno vinto le due semifinali dei 50 delfino uomini, rispettivamente  22.81  e 22.86 i loro crono. Piero Codia non riesce a ripetere il record italiano fatto segnare in batteria, 23.21, tempo che comunque non sarebbe bastato per l’ingresso in finale. Purtroppo paga anche il fisico piu’ minuto rispetto agli avversari che sono invece alti e molto muscolati. In finale non ci saranno neppure il primatista del mondo Rafael Munoz e Roland Schoeman.
I 400 stile libero donne sono state la gara piu’ sorprendente della prima giornata. Gia’ al mattino Camille Muffat non aveva brillato, lento il passaggio a meta’ gara e pesante e corta la sua azione in acqua, ma tutto avrei immaginato tranne che in finale peggiorasse notevolmente il tempo delle batterie e finisse addirittura settima con 4.07.67 . Tutti gli applausi sono andati a una Katie Ledecky spettacolare che ha vinto la gara in 3.59.82 record del mondo con i costumi in tessuto. Bellissima la sua azione in acqua, appesantita solo un po’ nel penultimo 50. Il record di Federica Pellegrini resiste ma sembra solo una questione di tempo. I record degli 800 e dei 1500 hanno invece i giorni contati. L’argento nei 400  e’ andato alla spagnola Melanie Costa Schmid mentre il bronzo alla neozelandese Lauren Boyle.
Se Federica Pellegrini stava aspettando qualche segnale per decidere se nuotare o meno i 200, ora tutto potrebbe sembrarle piu’ chiaro:  “questa gara s’ha da fare”.
Nei 100 rana uomini Fabio Scozzoli conquista il settimo tempo. Anche per lui come per Ilaria un passaggio troppo lento ai 50 e una nuotata un po’ troppo bassa sull’acqua. Gli Americani ripetono sempre che “se hai una corsia in finale puoi vincere l’oro”. Fabio con il suo 59.90 sara’ alla 1 lontano da tutte le distrazioni. Miglior crono in semifinale per Christian Sprenger in 59.23, secondo l’americano Cordes. Sedicesimo Mattia Pesce che tenta un passaggio davvero troppo veloce ai 50, 27.40 e peggiora il tempo del mattino nuotando in 1.01.06. L’ingresso in finale era comunque difficilissimo.
Bellissima lotta tra USA e Australia nella 4×100 stile donne vinta dagli States con un fenomenale recupero di Megan Romano su Alicia Coutts in ultima frazione. L’americana parte con sette decimi di ritardo sull’australiana e tocca prima in 3.23.31 contro il 3.23.43 delle avversarie. In prima frazione Cate Campbell nuota un velocissimo 52.33 staccando di piu’ di un secondo Missy Franklin.
Ma e’ stata la staffetta maschile quella piu’ avvincente e quella dal risultato forse piu’ inaspettato. Il detto dice tra i due litiganti il terzo gode. Oggi il detto si e’ trasformato in: tra i tre litiganti il quarto gode. Doveva essere lotta tra USA, Australia e Russia. Ha vinto la Francia. Gli Australiani partono con un Magnussen irriconoscibile che non riesce a nuotare sotto i 48″, all’ultimo cambio gli States sono in testa e la lotta per l’oro sembra essere tra loro e la Russia. La Francia cambia in quarta posizione. Troppa pressione sulle gambe di Feigen e Izotov che nuotano prestazioni ben al di sotto delle loro possibilita’, regalando il primo posto ai galletti, salvati non tanto dall’ultima frazione di Stravius, quanto dal 46.9 di Gilot che gli ha dato il cambio.
L’Italia arriva quinta, con i tempi nuotati quest’anno dai nostri ragazzi era difficile ipotizzare una posizione diversa. Sbaglia Dotto in prima frazione che nuota 49.17, ma il team trova un Marco Orsi velocissimo da 47.25, una delle migliori prestazioni di tutta la serata. Luca Leonardi si conferma con 48.08 e Filippo Magnini in quarta frazione chiude con 48.12. Sicuramente non il miglior Magnini ma comunque una prestazione in linea con quanto aveva fatto vedere il pesarese durante la stagione.
In mattinata malgrado il nuovo record italiano erano rimaste fuori dalla finale le ragazze della 4×100 stile mancando l’ottavo posto per soli 25 centesimi. Alice Mizzau 55.57 Federica Pellegrini 53.98 Silvia Di Pietro 55.12 Erika Ferraioli 54.83 per un totale di 3.39.50.  Peccato perche’ dati i parziali, si poteva limare ancora qualcosa e riportare anche questa staffetta in una finale mondiale Il test e’ comunque positivo per Federica che dimostra un ottimo stato di forma.
Gabriele Detti nei 400 stile esce in batteria, quattordicesimo  con 3.49.78, la strada per la finale e’ ancora lunga, ma conferma i tempi nuotati in questa stagione. Fuori anche Martina De Memme, undicesima in 4.08.42, non il suo miglior tempo ma comunque una buona prestazione per la livornese.
Male invece nelle stesse gare Samuel Pizzetti, ventiduesimo in 3.53.26, e Diletta Carli, diciannovesima in 4.13.89. Controprestazioni difficilmente spiegabili.
Lontana dalle 16 e dal suo migliore anche Stefania Pirozzi nei 200 misti che finisce ventiquattresima in 2.14.98. La semifinale era alla sua portata.
Diciottesimo Matteo Rivolta nei 50 delfino ma con il suo primato personale, 23,65. Segnale comunque positivo per lui  in previsione della doppia distanza.
Cristina Chiuso per Swimming Channel.