some image

Swimming Channel

Assoluti Primaverili Day 3: All’ultima bracciata!

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , News Italia

Terminato anche il giovedì di finali a Riccione. Molte le gare finite al fotofinish, a partire dai 400 misti donne, fino alla staffetta 4×200 stile donne che ha separato la vincitrice Aniene dalle Fiamme Oro di solo 1 centesimo!

Vediamo, in una dettagliata sintesi, quello che è successo.

Piero Codia50 FARFALLA UOMINI

Il podio in 15 centesimi quello del delfino “sprintato”, che vede Piero Codia aggiudicarsi il titolo italiano con 23.73 seguito a soli 14 centesimi da Marco Belotti e Luca Dotto.

Codia: “Sono contento per il titolo e vincere mi fa sempre felice. Il tempo per i mondiali era abbastanza difficile e poi ho lavorato molto di più per la preparazione dei 100 perdendo un po’ il brio sui 50”.

400 MISTI DONNE

Gara molto tesa e combattuta in cui Stefania Pirozzi si riscatta dopo i 200 delfino di ieri.

Alessia Polieri e Pirozzi subito all’attacco, distanziano di un secondo le avversarie alla prima virata. Continuano con aggressività il ritorno, dove però Stefania si prende un secondo anche su Alessia. Ai 100 metri il resto delle ragazze è sopraffatto dal delfino delle prime due. Leggermente fuori traiettoria la napoletana all’arrivo del dorso, seguita dalla Polieri e da Luisa Trombetti a rimorchio. Luisa TrombettiTrombetti e Carlotta Toni sfruttano al massimo la frazione a rana per recuperare lo svantaggio su Stefania. E infatti la torinese si aggancia ai 250 metri alla Pirozzi e il sorpasso prima della virata completa la rimonta: perfetta dal punto di vista tattico. Bellissimo il testa a testa con arrivo al foto finish. Ma è Stefania Pirozzi che ferma per prima il cronometro a 4.39.45 beffando Luisa di 21 centesimi. Non lontanissimo il tempo per Kazan e da sottolineare il progresso cronometrico di Luisa Trombetti che firma il suo personale.

Stefania: “Sapevo di dovermelo sudare il titolo. Sono contenta per Luisa, perché ha migliorato molto e la conosco da tanto. Non ho la forma giusta in questi campionati, perciò di testa non era facile”.

Interviene GABRIELE Detti ai microfoni di RAI sport che ci dice:

Non sono in acqua perché non avevo voglia… No non è vero tranquilli!! Ho avuto un’infezione alle vie urinarie. Penso al futuro: stamani ho ripreso gli allenamenti, anche se ho nuotato pochi chilometri. Dispiace non poter gareggiare per chi è abituato a competere, ma l’importante è la salute adesso devo riprendermi in tutti i modi”.

Gregorio Paltrinieri400 STILE UOMINI

Ritiro per Andrea D’Arrigo dalla finale causa problemi fisici.

Subito a spingere Gianluca Maglia, Gregorio Paltrinieri e Damiano Lestingi, ma è il Principino che detta il ritmo subito dopo la prima virata; l’unico che cerca di non mollare alla spinta di Paltrinieri è Lestingi dietro di un secondo e mezzo alla virata dei 300m. Vittoria non in discussione 3.49.40 e biglietto per la Russia, ma ottima gara anche di Damiano che registra un 3.51.58, 3.52.31 Samuel Pizzetti

Detti: “Deh, ha fatto una bella gara Greg, poteva fare molto meno secondo me. È proprio brutto stare da quest’altra parte, quella dove non indossi il costume mentre i tuoi amici si tuffano per gareggiare”.

Gregorio: “Che sorpresa! Menomale c’è Gabri, perché fare l’intervista da solo mi risultava difficile: lui mi aiuta a sparare due cavolate. Ero un po’ più stanco di stamani, di nuovo non mi sentivo benissimo, ma lo facevo per provare un po’ di velocità non avevo grandi ambizioni. Vediamo domani i 1500. Gabri, qualche consiglio?”.

Detti: “….Metti un po’ di gambe….!”.

Margherita Panziera200 DORSO DONNE

Tutte le atlete escono in linea dalla sub, ma Margherita Panziera si porta in vantaggio con una progressione sui primi 50 metri. Forza ancora ai 100 e stacca le altre con un passaggio davvero notevole 1.02.93

È un assolo quello di Margherita che tocca le piastre in 2.09.63 Titolo italiano e pass per Kazan anche per lei!

Giulia Ramatelli chiude seconda in 2.11.95 con record italiano categoria juniores! Carlotta Zofkova terza 2.12.81

Margherita: “Sono in coma. Ho sofferto tantissimo gli ultimi 25 metri. Ho cercato il tempo fin dal tuffo sapevo di dover nuotare cosi, ci stavo lavorando dall’inizio dell’anno. Anche nuotare da sola non è stato facile. Avere avuto Federica Pellegrini accanto, nell’altra corsia sarebbe stato meglio, sia tatticamente sia da un punto di vista mentale”.

Luca Mencarini - Italia Campione Mondiale Juniores 200 Dorso Dubai 2013

Luca Mencarini – Italia
Campione Mondiale Juniores 200 Dorso
Dubai 2013

200 DORSO UOMINI

Sfida già preannunciata questa mattina in qualifica tra Christopher Ciccarese e Luca Mencarini. Momento di particolare fertilità quello del dorso italiano in questi ultimi anni.

Esce davanti a tutti Simone Sabbioni che sfrutta la sua velocità di base, ma Ciccarese si prende la priama posizione ai 75m; molto aggressivo anche se sbanda sulla corsia nella terza vasca. Ci prova con l’ultima sub Mencarini che sfrutta la perdita di lucidità di Christopher sorpassandolo in maniera assurda agli ultimi metri vincendo con il tempo di 1.57.45 Determinatissimo e concentrato fino all’ultimo.

Luca: “Bèh… Sono contentissimo di aver vinto, dovevo far meglio, ma prendiamo quello che viene. Voglio continuare a migliorare scalando le classifiche mondiali”.

Mecarozzi (RAI): “Ha delle flessioni nel parlato che mi ricordano un po’ Ferrero… il presidente della Samp”.

Ilaria Bianchi100 FARFALLA DONNE

La progressione di Ilaria Bianchi mette subito le cose in chiaro: 71 centesimi di ritardo alla virata per chi insegue. È 58.26 il crono dell’imolese, peggiorato rispetto al mattino, ma comunque conferma il titolo italiano.

Bianchi: “Sono proprio delusa, perché credevo di essere andata più veloce. Avevo la febbre ieri, evidentemente sono ancora scombussolata. Proverò al Sette Colli a fare il tempo”.

Sul secondo gradino del podio all’ultima bracciata è salita Elena di Liddo in 59.44 seguita da Claudia Tarzia in 59.48.

Luca Dotto4×100 stile libero uomini

In prima frazione Luca Dotto ritrova se stesso con il tempo di 48.40 e Michele Santucci segue a ruota in 48.84 Ottimi i velocisti. Luca Leonardi purtroppo, dopo il terzo posto europeo, si presenta a questi campionati italiani in pessima forma.

Impressionante la prestazione lanciata di Marco Orsi che registra un 22.20 al passaggio e crono finale di 47.34

L’Italia della staffetta promette bene!!

Dotto: “Serviva molto al morale. Non è stato un anno facile. Non avevo molta voglia di ricominciare a nuotare a settembre, poi mi sono anche ammalato a dicembre. Non ho avuto un periodo di allenamento continuo. Non mi sono allenato al 100%. Sommando tutte queste cose e vedendo il tempo di stasera posso ritenermi molto soddisfatto”.

Luca LeonardiSantucci: “Adesso ce la giochiamo davvero a livello mondiale. È un segnale forte: quattro atleti sotto “49”. È arrivata la maturità per tutti. Riusciremo ad agguantare quello che ci è sfuggito le altre volte, sta solo a noi dimostrarlo. Anche per me è stato difficile il nuovo inizio di stagione, ma con il gruppo ci siamo dati una mano e questo è il risultato”.

Orsi: “Si sono soddisfattissimo e ho dato una risposta ai velocisti compagni di nazionale”.

Mirko Di tora: “Fa piacere aver disputato la finale. Il posto di frazionista è toccato a me causa l’infortunio di Lucio Spadaro. Ho dato l’anima. Bellissimo che Simone Sabbioni abbia battuto il mio record nei 100 dorso! È un ragazzo stupendo, una bella persona oltre che un ottimo atleta”.

Leonardi: “Vincere non sarebbe stato facile, lo sapevamo, ma siamo riusciti a portare a casa un altro titolo italiano. Mi spiace non aver potuto contribuire come al mio solito”.

4×200 donne

1.56.88 Federica Pellegrini in prima frazione fa il vuoto dietro di se. Distacco che non basta a rendere scontata una finale ad alto livello: un centesimo sulle Fiamme Oro, permette all’Aniene di portare a casa il record italiano 4×200 stile libero fissato adesso a 8.01.02. Meravigliosa e avvincente staffetta.

Federica PellegriniPellegrini: “Prima frazione per testare la condizione dei “due”. Sono andate fortissime le mie compagne complimenti. Molto bene la mia gara, bisogna lavorarci. Nell’ultimo periodo ho perso me stessa, devo fare qualcosa per riprendermi e cambiare. Sarà un passo essenziale per il mio futuro”.

Margherita Panziera: “Giornata davvero faticosa, ma siamo tutte contente. Grazie a Federica che ci carica sempre per le staffette”.

risultati completi nella Home Page di Swimmingchannel.it!

Appuntamento domani con questo programma!

Ore 10.00 – Batterie 200m stile libero donne

Ore 10.23 – Batterie 200m misti uomini

Ore 10.47 – Batterie 50m dorso donne

Ore 10.58 – Batterie 50m stile libero uomini Ore 11.12 – Batterie 50m rana donne

Ore 11.22 – Serie minori 1500m stile libero uomini