some image

Swimming Channel

Assoluti Open: Tra conferme e novità è un Campionato di qualità!

Tag: News Italia No comments
featured image

Non si poteva chiedere di meglio a questi Campionati Italiani di nuoto, grande impegno da parte di tutti, compreso i Nazionali in procinto di volare in Asia per i Mondiali, nonostante potesse apparire alla viglia una competizione svuotata d’interesse per i giochi già chiusi per le convocazioni del Dt Cesare Butini, ogni sessione dimostra al contrario che senza grandi pressioni si ottengono grandi risultati.

La mattinata inizia con i 400 stile libero dove la regina del mezzofondo Simona Quadarella spazza via la concorrenza imponendosi in 4.03.38 che rappresenta la sua migliore prestazione in corta all time, nonostante una preparazione tutta impostata dal coach Minotti per i Mondiali, Simona dimostra di migliorare sempre gara dopo gara. Una bravissima Martina Rita Caramignoli è seconda sul podio degli Assoluti chiusi in 4.05.74, tempo notevole per l’atleta delle Fiamme Oro, non scendeva sotto 4.06 dal 2015! Piacevole ritrovare sul podio al terzo posto Diletta Carli, la toscana  classe 1996 riesce a vincere un bronzo importante che contribuisce a darle tanto morale.

Nei 50 dorso un Matteo Milli scatenato vince l’oro in 23.55, rintuzzando un sempre più determinato Marco Orsi che batte allo sprint il padrone di casa Simone Sabbioni, terzo in 23.92 a pari merito con Luca Spinazzola.

La lunga battaglia nel predominio del delfino in Italia vede ancora una volta arridere la buona forma di Elena di Liddo, la venticinquenne biscegliese onora la neo divisa da allievo Carabiniere con il secondo titolo italiano, dopo i 100 farfalla di ieri, stavolta vince l’oro in 26.32 con un centesimo di vantaggio sulla sua amica/avversaria di sempre Ilaria Bianchi mentre la primatista italian sulla distanza Silvia di Pietro conferma di essere sulla buona strada del recupero chiudendo terza in 26.35, le prime tre racchiuse in soli tre centesimi…

Nei 200 stile libero maschili torna in vasca il livornese Gabriele detti che, nonostante i 16 km nuotati il giorno prima sotto la direzione di Stefano Morini, si prende l’oro sulla distanza in 1.44.39, a fargli compagnia sul podio Matteo Ciampi in 1.45.22 e Alessio Proietti Colonna in 1.45.39.

Nei 50 rana femminili una performante Martina Carraro vince il suo ennesimo titolo italiano con un ottimo 30.19, migliorando il suo personale in una gara in cui l’atleta genovese puntava a scendere sotto 30. La medaglia d’argento che non ti aspetti, almeno per chi non la conosce ancora, è ad appannaggio della tredicenne tarantina Benedetta Pilato( nella foto con il suo coach), che già agli assoluti primaverili in lunga dello scorso aprile, sorprese vincendo la medaglia di bronzo. La classe 2005 allenata da Vito D’Onghia a Pulsano e tesserata per la Fimco Sport di Gigi Mileti ottiene un eccellente crono di 30.32, terzo tempo mai nuotato in Italia alle spalle della detentrice del record nazionale Arianna Castiglioni e della stessa Martina Carraro, si conferma in uno stato di eccellente forma Sara Morotti, terza in 30.62

Duello oramai consueto nella rana maschile, con il trentenne Fabio Scozzoli che vince ancora in 57.17, davanti a Nicolò Martinenghi secondo in 57.73 mentre è ottimamente terzo Zaccaria Casna in 58.77. Soddisfazione ai microfoni di Rai Sport per Fabio, conteno per un ottimo tempo ottenuto di mattina in prospettiva Mondiali cinesi.

Luisa Trombetti si prende i 400 misti in 4.35.27, con una condotta di gara della piemontese di Moncalieri accorta soprattutto nel rintuzzare la beneventana Stefania Pirozzi, che della distanza è sempre una delle protagoniste assolute nel panorama natatorio nazionale, Stefania è seconda in 4.37.06 davanti a Carlotta Toni che è bronzo in 4.37.80.

Prima medaglia da “italiano” per Santo Condorelli che nei 100 farfalla vince il bronzo e festeggia così i suoi primi campionati nazionali, la gara è stata vinta dal detentore  del record assoluto Matteo Rivolta con il corno di 51.17 davanti al suo rivale di sempre Piero Codia campione europeo in vasca lunga,  in 51.37.

Mattinata chiusa come da tradizione con la staffetta 4 x 50 stile libero femminile che ha visto importi il Centro Sportivo Esercito, davanti al Circolo Canottieri Aniene ed al Centro Sportivo Carabinieri

 

Attendiamo la chiusura pomeridiana e poi sguardo rivolto ad Est… la Cina è sempre più vicina!

Stefano Palazzo

Add your comment